Eccovi tanti consigli su come fare la lavatrice per ottenere un bucato perfetto

Come fare la lavatrice? Questa domanda racchiude davvero un universo di risposte, per questo abbiamo provato a raccoglierle tutte nella nostra guida.

Tutti noi abbiamo i nostri metodi e i nostri trucchi su come fare la lavatrice, in base allo stile di vita.

Certo, le regole per una famiglia di cinque persone cambiano notevolmente rispetto a quelle di una coppia. Il discorso vale anche per la tipologia di lavoro, per lo sport che viene praticato e per mille altri fattori.

come fare la lavatrice consigli

Consigli su come fare la lavatrice

Vediamo quindi come fare la lavatrice basandoci su un principio utile e comuni a tutti: il risparmio energetico.

Seguendo delle semplici regole possiamo infatti puntare a risparmiare con il bucato, evitando lo spreco di preziose risorse, quali acqua ed energia elettrica. Ma il corretto dosaggio dei detersivi merita attenzione: in questo modo si inquina meno e si salvaguarda il nostro delicato ecosistema.

Scegliere il giusto carico

La prima regola per fare la lavatrice si rivolge ai carichi. Fare carichi poco pieni (senza sfruttare il mezzo carico quando la lavatrice lo consente) significa usare più acqua e più sapone di quello che in pratica ci serve.

Tutto deve quindi partire dalla buona divisione del bucato e, se un capo ci serve al volo, possiamo lavarlo a mano ed evitare di fare lavatrici con poco carico.

Fortunatamente oggi le moderne lavatrici sono dotate di appositi sensori che modulano le risorse in base ai kg di vestiti inseriti nel cestello. In questo modo si ottiene un’ottimizzazione dei tempi e dei costi.

Dividere i capi

La divisione dei capi è un altro tassello fondamentale, ma spesso facciamo fatica a farla. Questo accade soprattutto nelle mezze stagioni quando abbiamo capi di tessuti diversi, magari il golfino di cotone e la blusa di seta o il maglione di lana e i pantaloni sintetici.

Come fare la lavatrice in questo caso? Se i capi non scolorano e non sono molto sporchi accomuniamoli (tranne le lane e i super delicati).

Scegliamo così un programma misto a basse temperature, tipo a 30 gradi, che ci permette di lavare per bene il bucato e di risparmiare tempo prezioso.

In ogni caso affidiamoci all’etichetta che non mente. Quindi cerchiamo di raggruppare i capi che possono essere lavati a 30° o 40° e sfruttiamo queste basse temperature per i lavaggi quotidiani.

Al contempo, usiamo cicli molto alti solo quando dobbiamo disinfettare le lenzuola o gli asciugamani. In questo caso è preferibile fare carichi molto pieni, perché sono costosi in termini di dispendio energetico (e inquinano di più).

Un piccolo trucco? Il lavaggio jeans è molto corposo, quindi lo possiamo sfruttare anche su altre tipologie di bucato quando è molto sporco.

Dosare i detersivi

Veniamo quindi al detersivo e al suo dosaggio, perché questa è una delle regole più preziose del come fare la lavatrice per risparmiare e rispettare l’ambiente.

Il principio è che non serve una grande quantità di detersivo per lavare meglio i capi, ma il programma giusto e la giusta dose di sapone.

Se ne mettiamo troppa non solo inquiniamo, ma addirittura possiamo provocare esuberi di schiuma difficili da gestire.

Misuriamo quindi il detersivo utilizzando i comodi tappini e, se tendiamo sempre ad abbondare, possiamo provare le caps che hanno già il detersivo pre-dosato al loro interno. In questo modo non avremo problemi a gestire il tutto. Se poi vogliamo davvero essere amici dell’ambiente, possiamo sempre valutare di utilizzare l’aceto per il lavaggio in lavatrice.

Come pulire la lavatrice

Un aspetto che spesso viene trascurato ma che, al contrario è fondamentale, è quello di pulire la lavatrice costantemente. Si possono impiegare anche prodotti naturali, economici e di facile reperibilità.

Batteri e sporcizia possono rappresentare una seria minaccia, ma con le giuste accortezze il bucato sarà splendente e fresco come non mai.

Come fare la lavatrice e mantenerla pulita

Esterno lavatrice

Tutto può iniziare dall’esterno. Una volta alla settimana cerchiamo di pulire con cura l’esterno impiegando una spugnetta e un sapone neutro. Passiamo anche l’oblò, soprattutto se facciamo dei carichi di bucato molto sporco, con fango e terra.

Vaschetta detersivi

Facciamo sempre attenzione a riempire i giusti scomparti del detersivo in lavatrice

Passiamo con cura la vaschetta dei detersivi sotto l’acqua calda per sciogliere gli eventuali residui. Se sono incrostati lasciamola a bagno con acqua e bicarbonato, quindi sciacquiamola con cura.

Con un bastoncino di cotone o uno strumento non appuntito passiamo le guarnizioni e laviamole con cura, per togliere lo sporco che si è sedimentato. 

Interno lavatrice

Passiamo quindi a come pulire la lavatrice internamente. È buona abitudine fare un ciclo molto alto, a 60° minimo. Andrebbe fatto una volta al mese a vuoto, ovvero senza caricare nulla.

Questo ciclo sgrassa e disinfetta, quindi possiamo aggiungerci un paio di litri di aceto bianco direttamente nel cestello. Inoltre l’aceto è un ottimo anticalcare naturale, quindi usiamolo per pulire con cura la nostra lavatrice!

Filtro

Non dimentichiamoci quindi di pulire con attenzione il filtro, soprattutto se laviamo capi molto sporchi.




Periodicamente togliamolo mettendo sotto una bacinella d’acqua, leviamo lo sporco e puliamolo con acqua calda e bicarbonato.

 

Consigli per le pulizie domestiche

Ecco altre guide pratiche per pulire casa rispettando l’ambiente e ricorrendo al fai da te:

{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento