Scale a sbalzo: foto di esempi e consigli

Le scale a sbalzo vengono anche chiamate scale sospese e rappresentano un’interessante soluzione per rifinire gli ambienti nel collegamento fra i piani.

Scale a sbalzo

Scale a sbalzo: molto elegante ma non adatta per bambini, data l’assenza del corrimano e ringhiera

La caratteristica principale di queste tipologie di scale va ricercata nella ringhiera, che funge da sostegno della struttura e nella presenza di una parete di ancoraggio.

  • Alla parete vengono, infatti, ancorati i gradini che rappresentano la base portante della scala.
  • Scenografiche e spesso inserite negli ambienti dal carattere moderno, le scale a sbalzo possono essere realizzate in diversi materiali, dal legno ai metalli, dal vetro fino alle leghe plastiche di nuova generazione.

Per realizzare le scale a sbalzo si deve predisporre una gabbia di ancoraggio alla parete realizzata con tubolari che funge da base di appoggio per i gradini.

  • Al fissaggio al muro segue quindi la posa degli stessi, che devono essere in grado di supportare un carico superiore ai 150 chilogrammi anche nella sezione laterale dei tubolari.
  • Per fare in modo che i gradini reggano anche nella sezione opposta, occorre quindi fornire del sostegno supplementare.
  • Ecco entrare in gioco la ringhiera che va fissata in corrispondenza del muro portante.
  • Solitamente viene inserito il corrimano che completa la struttura.

Le scale a sbalzo hanno solitamente una larghezza compresa fra i 60 e i 120 cm, sono infinite nella definizione dell’altezza e possono svilupparsi seguendo qualsiasi forma, dall’elicoidale alla rettilinea, dalla chiocciola fino alla conformazione mista.

Le scale a sbalzo si dividono principalmente in due categorie:

  1. le scale a sbalzo classiche: la costruzione di queste scale inizia in cantiere al grezzo, perché richiedono una struttura portante di natura metallica che deve essere inserita nella parete portante o semi portante. In questo caso i gradini e le ringhiere vengono pre costruiti in laboratorio e montati alla conclusione del cantiere, infilandoli nello spazio dedicato;
  2. le scale a sbalzo modulari: non si tratta di elementi precostituiti in laboratorio. Il montaggio avviene praticando sul muro dei fori per ogni gradino dove vengono inseriti dei pernio che vengono successivamente murati con stucchi o apposite resine. Le scale di questa tipologia devono quindi essere sostenuti da tubolari di acciaio fatti a forma di piedino che irrigidiscono al struttura e legano i componenti.

Foto di scale a sbalzo

Aira Glass di Rintal è un ottimo esempio di scale a sbalzo.



Realizzate con vetro trasparente e con una ringhiera che rispetta la vocazione del materiale, le scale a sbalzo della collezione possono essere realizzate con forma a Z, ad U e a L.

Luxo Stone di Officine Sandrini è un esempio di scale a sbalzo che dimostra la forza di queste strutture.




I gradini impiegati per realizzare questa opera d’arte sono, infatti, in massiccia pietra, una soluzione materica che può legarsi ad elementi di completamento realizzati in metallo o in vetro, a seconda della definizione stilistica finale che si desidera ottenere.

 

 

E infine ecco un esempio di scale e sbalzo realizzate con una robusta base lignea.

Si tratta di 800 di Interbau.

La scala a sbalzo è realizzata con sistema portante nascosto nella parete, caratteristica che raffina il design della struttura e regala purezza estetica all’ambiente circostante.




 

Eccovi altri suggerimenti per scegliere al meglio la vostra scala per interni:

Outbrain
{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento