Scopriamo cosa fare in caso di una perdita d’acqua in casa

Speciale perdita acqua: cosa fare in caso di una perdita in casa.  Scoprite la nostra guida con i consigli per comportarvi al meglio appena ve ne accorgete ed evitare danni ulteriori.

Vi insegneremo anche qualche trucco pratico per localizzare al meglio l’eventuale perdita. Se avete appena cambiato casa o rinnovato il vostro arredamento è meglio sapere bene che precauzioni prendere immediatamente per evitare seri danni


Avete notato una perdita d’acqua nella vostra casa o appartamento? Il vostro scaldabagno perde o vi siete accorto di un tubo  rotto?

In questi malaugurati casi è necessario adottare immediatamente alcune precauzioni e prendere rapidamente le misure giuste. Ovviamente avrete anche bisogno di un idraulico di fiducia ma le azioni che farete nel breve termine vi saranno utili a ridurre i danni.

Per prima cosa però ecco come rilevare subito dove sia la vostra perdita per agire in modo più mirato.

Come trovare una perdita d’acqua

Nella maggior parte degli appartamenti moderni, il consumo di acqua viene misurato tramite un contatore. Se non avete un contatore nel vostro appartamento o se non  avete l’abitudine di consultarlo se non a fine mese una perdita vi può  costare molto cara.

perdite d'acqua - il contatore

perdita acqua: dovete sapere dove si trova il contatore d’acqua della vostra casa

Le perdite più piccole possono essere rilevate con pochi consigli che vi eviteranno una spiacevole sorpresa alla fine del mese.

Perdita nello scaldabagno

Se pensate che ci sia una perdita ad esempio nello scaldabagno o nella doccia, ecco come rilevarla.

Controllate subito la valvola di sicurezza dello scaldabagno. A volte queste valvole sono collegate direttamente ai tubi e ci può essere una perdita che è difficile pensare a priori.

perdita acqua

perdita acqua: individuarla prima di chiamare l’idraulico vi farà risparmiare tempo e denaro

Se non è possibile rimuovere il tubo per verificare la presenza di una perdita, avvicinate l’orecchio: se si sente un fischio, c’è una perdita.

Perdita nei sanitari

Controllare i servizi igienici aprendo il serbatoio e ascoltando. Se sentite un fischio, cercate di individuare da dove viene.

Se è possibile determinare dove si trova la perdita, valutatene la gravità e pensate se potete riparala da soli. In caso non lo riteniate possibile dovete chiamare subito un idraulico.

Se non trovate nulla, aggiungete un po’ di colorante alimentare alla vasca del sanitario (non nella tazza). Attendete qualche istante. Se si nota che il colorante appare lungo i tubi, avrete ha una perdita nel tappo sul fondo della vasca. È possibile provare a riparare la perdita da soli o chiamare un idraulico. Se avete più di un bagno, fate lo stessa cosa con tutti i sanitari.

Perdita nei rubinetti

Per individuare una perdita nei rubinetti del bagno ad esempio è necessario controllare le tubazioni di tutti i singoli elementi cercando di percepire eventuali fischi o sibili.

Vanno anche controllati in particolare gli allacciamenti a cui è collegata la lavatrice od anche eventuali tubi per innaffiare il giardino.
In particolare nel caso di rubinetti esterni prendete un cacciavite (lunga abbastanza per facilitare) e inserire l’ estremità metallica nella parte metallica del rubinetto o valvola. Posizionate il pollice contro la punta del cacciavite e posizionare l’ orecchio sull’altro lato del pollice.

Se c’è una perdita Il suono dovrebbe arrivarvi all’ orecchio. L’ obiettivo è trasformare il cacciavite in pratica in uno stetoscopio. Questa soluzione funziona anche per la maggior parte delle valvole metalliche.

Se si sente qualcosa, annotatevi la posizione (ad esempio con del gesso) e passate alla valvola o allacciamento successivo.

Se il suono è più forte in una di queste giunture, è perché la perdita è vicina . Prendetene nota e contattate il vostro idraulico.

Sapendo dove si trova la perdita si risparmia una quantità di tempo e di denaro.

Se avete ispezionato tutti i rubinetti esterni e non avete sentito nessun suono, fare la stessa cosa con i rubinetti all’interno della casa (lavandini, doccia, bidet) e con gli attacchi di lavatrici e scaldabagni.

Se non foste ancora sicuri, contattate il vostro idraulico che troverà direttamente la perdita.

Perdita tra il contatore e la vostra casa

Se non vi sono perdite appurate in casa, è necessario controllare i tubi tra il contatore e la casa. Può sembrare complicato, ma è possibile risparmiare denaro individuando la perdita per l’ idraulico.
Se si sa dove si trova la valvola di ingresso dell’ acqua, spegnetela temporaneamente e controllate il contatore per vedere se continua a girare.
Se lo strumento continua a girare, c’è una perdita tra lo strumento e la casa.

Quindi seguite idealmente il percorso fra il contatore e la valvola di alimentazione dell’ acqua.
Se avete chiuso la valvola di ingresso dell’acqua e il contatore non è più in funzione, la perdita è  invece in casa.

Ed ora ecco come gestirla una volta individuata

Come limitare i danni con pochi semplici passaggi

Per cominciare, una volta che trovate una perdita in bagno o in cucina, è necessario agire rapidamente.

Invece di aspettare pazientemente che arrivi l’idraulico dovete fare questi semplici gesti per limitare il danno:

Chiudete l’acqua

Questo è ovviamente il primo riflesso che si dovrebbe avere. Se si interrompe l’approvvigionamento idrico, si evita che la situazione peggiori, una cosa da fare subito e assolutamente necessaria.

Non utilizzate di nuovo la doccia, il lavandino o la lavatrice:

Se il danno riguarda un particolare apparecchio, si consiglia vivamente di spegnerlo.




Se un tubo viene forato in cucina o in bagno, lasciate chiusa l’acqua finché il problema non viene risolto.

Quando possibile, sigillate la perdita

Se si dispone dell’attrezzatura giusta, è possibile sigillare temporaneamente la perdita fino all’ arrivo di un professionista.

Queste sono le azioni giuste da intraprendere, non appena vi accorgete del danno idrico.

Cose da sapere prima di chiamare l’idraulico

Verificate che l’ intervento del professionista sia coperto dall’assicurazione: questa è la prima cosa da controllare. Se avete dubbi o domande, potete rivolgervi subito al vostro assicuratore o all’amministratore se vivete in condominio.

Trovate un idraulico fidato: chiedete a persone di cui vi fidate il nome di un idraulico professionista.

Una volta trovato l’ idraulico che può intervenire nella vostra casa è ora necessario denunciare il sinistro alla compagnia di assicurazione.




Come segnalare il sinistro all’ assicuratore

Controllate sul vostro contratto quanti giorni di tempo avete per notificare alla vostra compagnia di assicurazione i danni causati dalla perdita.
Tutto ciò che dovete fare è fare una dichiarazione, che includa le cause e le conseguenze dei danni causati dall’ acqua. Questa dichiarazione può essere fatta anche telefonicamente in base al vostro contratto di assicurazione.

Se vivete in un condominio e il vostro danno ha colpito altre abitazioni o parti comuni, è necessario avvisare subito anche l’amministratore.

Altri consigli utili

Alcune idee se pensate di ristrutturare la vostra casa od il bagno o se avete problemi da risolvere.

{ 0 comments }

ADMIN

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento