Materiali

Vetro sabbiato cosa sapere di questa superficie opaca

Conosciamo la tecnica della sabbiatura su vetro

Il vetro sabbiato è una particolare lavorazione meccanica che si effettua su un vetro satinato o acidato al fine di realizzare decorazioni sulla superficie in vetro.

Il vetro sabbiato è perfetto per arredare ambienti residenziali e ricettivi, viene utilizzato per completare spazi e ambienti moderni, sia nell’interior design sia per realizzare pareti divisorie e facciate moderne.


Scopriamo le peculiarità di questa tipologia di vetro.

Cos’è il vetro sabbiato?

Si chiama vetro sabbiato un particolare tipo di vetro satinato o acidato che si distingue per la caratteristica di opacità che permette una maggiore privacy.

La sua opacità lo rende ottimo come vetro da utilizzare nel box doccia oppure come parete divisoria, oppure utilizzato come vetro nelle finestre in alcune stanze che necessitano di particolare riservatezza.

Ma non solo, è sempre più ricercato per le qualità decorative ed estetiche. Questo trattamento infatti permette al vetro di sopportare una lavorazione grafica e di essere dunque decorato a piacere, lasciando comunque passare la luce da una parte all’altra.

Come si esegue la sabbiatura

Questa particolare lavorazione sulle superfici in vetro si ottiene sottoponendo una lastra o un qualsiasi manufatto in vetro ad un getto di sabbia ad aria compressa.


In base al tempo di esposizione al getto di sabbia, il vetro diventerà più o meno opaco.

Durante il getto di sabbia è anche possibile realizzare decorazioni sul vetro, seguendo uno schema disegnato in precedenza. È possibile creare interessanti effetti decorativi alternando zone trasparenti a zone sabbiate.

Vetro sabbiato: tutti gli utilizzi

Il vetro sabbiato viene prima di tutto utilizzato nei casi in cui si richieda una parete di vetro e privacy contemporaneamente.



Come abbiamo detto infatti questo vetro permette alla luce naturale o artificiale di filtrare perfettamente, ma la caratteristica opacità delle superfici sabbiate proteggerà da occhi indiscreti.

Il vetro sabbiato viene adoperato sia in edilizia pubblica sia nel residenziale per le sue qualità:

  • è  altamente decorativo
  • fa passare la luce
  • mantiene riservatezza

Di certo troverete queste superficie negli uffici postali, in banca o nei grandi centri commerciali o nei ristoranti, negli hotel ma anche nel residenziale privato.

porte con inserti in vetro sabbiato

Il vetro sabbiato viene dunque utilizzato per realizzare

Vetro sabbiato per interior design

Con gli anni questo tipo di vetro si è molto diffuso anche nell’industria dell’arredamento per interni e spesso viene utilizzato a completare mobili.


Ad esempio le antine di mobili del living oppure le ante della cucina, spesso sono in legno e vetro.

Viene anche usato per realizzare tavoli in vetro dallo stile moderno, ma nel residenziale il maggiore utilizzo del vetro sabbiato è nell’area bagno dove è utilizzato per creare privacy nella zona doccia.

Possono essere l’idea risolutiva per separare la zona notte da quel giorno a quella notte in modo elegante e funzionale.

I vetri sabbiati possono avere infinite decorazioni e di fatto possono divenire l’elemento d’arredo che riesce a dare a tutta l’abitazione uno stile personalizzato.

Decorazioni sul vetro

Il vetro sabbiato è sottoposto a tecniche di decorazione, a volte per mano di veri e propri artisti. Con la tecnica della sabbiatura si possono ottenere pareti personalizzate e colorate che potranno decorare e arredare la stanza.

lampadari
lampadari

La colorazione avviene utilizzando speciali sostanze chimiche che resistono nel tempo. Le lastre di vetro sabbiato con decorazioni vengono utilizzate come ante per armadi, pareti divisorie e tavoli.

Differenza tra vetro acidato- vetro satinato e vetro sabbiato

Vi sono diversi processi meccanici o chimici che si possono effettuare su una lastar di vetro al fine di renderla opaca.

Facciamo dunque chiarezza sulle differenze tra vetro


  • acidato
  • satinato
  • sabbiato

Sono comunque tutte tecniche che vengono processate esclusivamente da mani esperte e in vetrerie professionali.

Tra le differenze evidenti tra vetro acidato, satinato e sabbiato possiamo elencare che

  • la superficie del vetro acidato o satinato risulta liscia, mentre il vetro diventa irregolare dopo la sabbiatura
  • i due processi hanno tempi differenti. L’acidatura chimica è molto più veloce della sabbiatura
  • la satinatura o acidatura si esegue sulla lastra di vetro intera, mentre il processo di sabbiatura viene fatto sul pezzo di vetro già finito e tagliato

Vetro acidato

Si realizza tramite un procedimento chimico che interessa una lastra in vetro trasparente. La lastra cviene resa opaca solo da un lato: questa parte perde la lucidità diventa opaca e porosa al tatto.
Una superfice acidata lascia comunque passare la luce ma non è più trasparente.

Vetro satinato

Si ottiene con la stessa tecnica utilizzata per l’acidatura del vetro ma in più si completa con più processi di spazzolatura, una lavorazione che permette di rendere meno poroso il vetro. La superficie diventa più liscia e più facile da pulire.

Il vetro satinato può essere su base extrachiara, chiara, bronzo e grigio fumè, sia in specchio sia in float.

La satinatura come l’acidatura del vetro è una lavorazione industriale che si esegue su lastre intere di vetro.

Vetro sabbiato

Per ottenere questo tipo di vetrata invece la lavorazione è meccanica e si applica ad una lastra vetrata satinata o acidata.

Un getto di sabbia erode la superficie del vetro creando decori con apposite maschere.

Ne deriva una superficie che può essere semplicemente sabbiata o colorata oppure riportare scritte e disegni: immaginiamo le lastre che dividono alcuni ambienti pubblici con decori e loghi intagliati nella superfice.


Quanto costa il vetro sabbiato

Il prezzo del vetro sabbiato che si usa in genere per i box doccia è di circa 100 euro al metro.

Il prezzo può subire variazioni in relazione allo spessore della superficie e al tipo di decorazione prodotta.

Alcune superfici in vetro più spesso, con parti sabbiate a parti non sabbiate, a volte con decorazioni ricercata può arrivare anche ai 1000 euro al metro.

Il vetro sabbiato può essere usato anche nel realizzare piccoli oggetti e complementi di arredo ad esempio lampadari moderni o faretti.

Il loro prezzo può andare da 10 a 100 euro, in base allo spessore del vetro e del tipo di decorazione effettuata.

Come si pulisce il vetro sabbiato

Per pulire i vetri sabbiati bisogna utilizzare panni in microfibra ma bisogna ricordare che un solo lato è satinato mentre l’altro è lucido.

La pulizia del vetro sabbiato è semplice ma bisogna fare attenzione:

  • dalla parte lucida basterà passare un pannetto per vetri con in qualsiasi detergente per vetri o soluzione di acqua e aceto
  • dalla parte opaca, quella sabbiata, usare panni in microfibra e acqua con aggiunta di alcol, oppure un qualsiasi detergente per vetri. L’importante è non effettuare una forte pressione perché si potrebbero creare degli aloni difficili da rimuovere.

Per togliere eventuali macchie di calcare o di unto dal vetro sabbiato è consigliato l’uso della gomma cancella macchie, la Scotch Brite 3m bianca. I residui di calcare possono essere rimossi anche utilizzando un detergente naturale a base di aceto e acqua oppure pietra citrica.

Non utilizzare detergenti a base di soluzioni alcaline, acidi oppure a base di fluoruro.

Non perdetevi anche il nostro speciale sulla pittura sabbiata

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button