Colori

Guida alla ruota dei colori e all’utilizzo in arredamento e interior design

Scopriamo perchè alcuni colori si combinano bene e altri no

Speciale ruota dei colori: vi abbiamo presentato tutti i colori per arredare casa con gli abbinamenti per pareti e arredamento. Probabilmente vi sarete chiesti il perchè degli abbinamenti. Perché il colore blu e il giallo stanno bene insieme? Cosa rende il colore verde e l’arancione una coppia attraente?

Il segreto del perché alcune combinazioni di colori sono perfette e altre falliscono sta proprio nella teoria dei colori e a quello strumento brillante che è proprio la ruota dei colori, scopriamola insieme.


La ruota dei colori

Utilizzata da designer e artisti, la ruota rende facile vedere le relazioni cromatiche dividendo lo spettro in 12 tonalità di base: tre colori primari, tre secondari e sei terziari.

ruota dei colori

Primari

I colori primari sono il rosso, il blu e il giallo. Questi colori sono puri – non si possono creare da altri colori, e tutti gli altri colori sono creati da loro.

Secondari

I secondari sono arancione, verde e viola. Si allineano tra i primari sulla ruota dei colori perché si formano quando si combinano parti uguali di due colori primari.

Terziari

I colori terziari si formano mescolando un colore primario con un colore secondario che si trova accanto sulla ruota dei colori.

Con ogni miscelazione – primario con primario, poi primario con secondario – le tonalità risultanti diventano meno vivide, come si vede nella ruota dei colori opposta.


Come funziona la ruota dei colori

L’uso del colore nella decorazione può essere complicato. L’utilizzo della ruota dei colori rendere più facile la scelta di una combinazione di colori, e per questo è uno strumento indispensabile per designer e decoratori.

teoria della ruota dei colori

Come costruire schemi di colore

La ruota dei colori aiuta a mescolare i colori per ottenere palette con vari gradi di contrasto.



Ci sono quattro tipi comuni di schemi di colore:

Schema monocromatico: queste combinazioni tono su tono utilizzano diverse tonalità (aggiungendo il nero) e tinte (aggiungendo il bianco) di una singola tonalità per una tavolozza sottile. Pensate al blu pallido, all’azzurro del cielo e al blu marino.

Schema analogo: Per un po’ più di contrasto, una tavolozza analoga include colori che si trovano uno accanto all’altro sulla ruota, come l’arancione, il giallo e il verde, contribuendo a creare una sensazione di relax.

Contrasto: una triade crea una tavolozza avventurosa utilizzando tre tonalità uniformemente distribuite sulla ruota, come il blu-verde, il rosso-violetto e il giallo-arancio, per un contrasto vivido con colori equilibrati.

Schema complementare: questo è lo schema di colori più dinamico, ma semplice. Utilizzando due tonalità opposte sulla ruota dei colori, come il blu e l’arancione, è garantito l’apporto di energia in ogni stanza.

Il percepito dei colori a livello emotivo

Il colore può anche influenzare le risposte emotive e modificare il vostro stato d’animo.


I colori verdi tendono a lenire, per esempio, mentre i gialli sono edificanti ed energici. I rossi sono passionali e audaci, ma il rosa tenue (una sfumatura di rosso) è considerato invece dolce e delicato.

Viceversa i colori vicini al blu sono percepiti come calmanti e rilassanti; gli arancioni sono caldi e accoglienti.

Il viola è un colore veramente complesso, può essere visto sia come sexy che spirituale.

Inoltre i colori sono considerati caldi o freddi per associazione.

  • Nella nostra mente associamo i rossi, gli arancioni e i gialli con il calore del sole e del fuoco.
  • Tendiamo invece ad associare I blu, i verdi e i viola con l’acqua, il cielo e il fogliame.

Quando si crea una tavolozza di colori, il vostro schema non dovrebbe mai essere tutto colori caldi o prevalenza di colori freddi. Lasciate che uno domini e imposti il tono generale della vostra stanza, ma assicuratevi di includere elementi che offrano contrasto.

Glossario sui colori

Ed ora per finire ecco alcune definizioni che troverete comunemente utilizzate nell’analisi dei colori

  • Colori analoghi: sono vicini nella ruota dei colori
  • Cromia: la luminosità o opacità di un colore
  • Colori complementari: sono opposti sulla ruota dei colori ed appaiono più luminosi quando sono usati insieme (esempi: giallo e viola, rosso e verde, blu e arancione)
  • Neutri: Nero, bianco, marrone e grigio
  • Colori secondari: è una combinazione di parti uguali di due colori primari (i colori secondari sono verde, arancione, viola)
  • Ombra: qualsiasi colore con l’aggiunta di nero; si riferisce anche a leggere variazioni di colore
  • Colori primari: colori puri — rosso, giallo e blu — che si combinano per creare tutti gli altri colori sulla ruota
  • Complementari o divisi: Il raggruppamento di un colore con le due tonalità analoghe al suo colore complementare (giallo con rosso-violetto e blu-violetto, per esempio)
  • Triade: sono tre colori equamente distanziati sulla ruota dei colori, uno dei quali di solito ha la precedenza in una combinazione di colori (giallo-arancio, blu-verde e rosso-viola, per esempio)
  • Colori terziari: una combinazione di parti uguali di un colore primario e di un colore secondario
  • Tinta: qualsiasi colore con aggiunta di bianco
  • Tono: l’intensità di un colore – il suo grado di luminosità o di scuro

Rossella Vignoli

Sono laureata in architettura presso la facoltà di Architettura di Genova e sono appassionata di soluzioni di arredamento di interni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close