Perché scegliere il mineralguss per il vostro bagno

Speciale Mineralguss: per scegliere il migliori lavabo e piatto doccia per il vostro bagno è importante considerare oltre alle dimensioni e alla profondità anche il materiale di realizzazione.

Il materiale determina la durata del vostro bagno e lo rende adatto alle esigenze della vostra vita quotidiana.

Per il lavabo abbiamo moltissime possibilità: nuove forme, nuovi materiali e nuove tecnologie ci offrono una vasta scelta di lavabi e arredi per il bagno.

Lavamani in mineralmarmo - mineralguss - Collezione Marathi di Tulli Zuccari

Esempio di lavamani in mineralmarmo, dalla Collezione Marathi di Tulli Zuccari

Scopriamo insieme ora tutte le proprietà del Mineralguss.

Mineralguss: come è composto

Il mineralguss anche detto mineralmarmo è un materiale composto per il 75% da minerali naturali, quali carbonati di calcio e triidrati di alluminio, e per il 25% da resina poliestere.

Non è dunque un materiale plastico, ma si tratta invece di un composto minerale con caratteristiche molto simili a quelle del Corian.

Come si realizza una forma in mineralguss

  • Componenti minerali. Per realizzare un prodotto in mineralmarmo (piano, lavabo, piatto doccia…) prima di tutto si dosano le varie componenti di minerali naturali.
  • Resina e indurente. I minerali vengono mischiati con la resina e l’indurente iniziando dai minerali con la grana più fine. Successivamente viene aggiunto il legante e da questo composto si forma il mineralguss.
  • La colatura. In questa fase il materiale è liquido e viene colato in apposite forme. La fase di colatura deve essere eseguita entro 6 ore, altrimenti si indurisce. Durante la colatura si creano delle bolle d’aria che vengono eliminate scuotendo la forma.
  • L’essiccazione. In questa fase viene leggermente riscaldato il materiale per permettere l’indurimento del legante. Questo processo dura fino a 12 ore.

Caratteristiche principali

Ecco per cosa si distingue:

  • Resistenza agli agenti atmosferici: è apprezzato per la sua resistenza superficiale, tanto da essere utilizzato anche per spazi pubblici, in lavabi, colonnine e piani. Per rendere questo materiale più resistente viene rivestito da un film di smalto tecnico in gelcoat nautico, una colorazione applicata artigianalmente in fase di stampaggio: questo smalto lo rende molto resistente all’acqua e agli agenti esterni.
  • Antigraffio: na pulizia costante permette di evitare i graffi superficiali, che possono in ogni caso essere rimossi grazie a un kit ravvivante in commercio.
  • Resistenza al calore secco: fino ai 160°C.

Chiarite quali sono le caratteristiche, passiamo ora alla manutenzione.

Come pulire il bagno in mineralguss

La pulizia dei piatti doccia e dei piani lavabo in mineralmarmo è facile:

  • basta passare un panno o una spugna umida con sapone neutro per eliminare velocemente calcare, sporco e piccole macchie tipiche dell’ambiente bagno.
  • Per la pulizia quotidiana del mineralmarmo occorre usare solo panni non abrasivi.
  • Evitate creme con polveri preferendo detergenti neutri in gel ed evitare solventi chimici aggressivi come acetone.
  • Risciacquate con acqua calda e asciugare strofinando.

Come prevenire eventuali danni

Per evitare possibili problemi, rispettate questi consigli:

  • Dovete evitare l’uso di detergenti e spugne abrasive
  • non usate raschietti metallici
  • Evitate di appoggiare sulla superficie oggetti roventi o di scolare liquidi bollenti nonostante il mineralmarmo abbia un buona resistenza al calore
  • Non usate solventi chimici aggressivi come acetone, trielina, solventi, acidi
  • Evitate che inchiostro o tinte vengano a contatto con la superficie
  • Non tagliare direttamente sulla superficie.

Come rimediare ai danni

Per rimediare a segni d’usura, graffi, macchie ostinate e scheggiature è spesso possibile con una semplice manutenzione straordinaria.

Se il film di smalto tecnico, gelcoat, non è stato danneggiato in tutto il suo spessore è possibile rimediare a graffi, macchie ostinate e piccole scheggiature.

Dovete levigare la superficie con carta abrasiva 800 e successivamente 1000, fino ad uniformare la superficie.

Per ripristinare la lucentezza originaria, per rimuovere segni di usura o depositi di calcare utilizzare pasta lucidante o polish.

Vantaggi e svantaggi

Ecco infine la nostra sintesi sui pro e contro di questo materiale.

Cominciamo dai vantaggi.

Pro

  • Può essere realizzato in qualsiasi forma e con qualsiasi colorazione,
  • E’ resistente agli urti.
  • Tollera bene graffi accidentali
  • Al tatto offre una buona sensazione
  • Resiste bene al calore

Ed ora passiamo ai punti a sfavore.

Contro

  • E’ sensibile ai solventi e ai detergenti in polvere e abrasivi.
  • Il prezzo è superiore a quello della ceramica.

Altri materiali per arredare il vostro bagno

Eccovi tutti i nostri approfondimenti per aiutarvi a scegliere i migliori materiali per il vostro bagno.

{ 0 comments }

SCRIBIO

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento