Materiali

Tutto sul legno massello, materiale pregiato ricavato dal cuore dell’albero

Scoprite tutto sul legno massello, utilizzato per mobili di eccellente qualità

Da sempre, il legno massello è considerato il materiale nobile per eccellenza con cui creare mobili unici e di pregio.

Questo legno presenta, infatti, una spiccata pregevolezza estetica unita a una resistenza eccezionale e per tale ragione il suo costo è decisamente elevato.


Scoprite tutto su questo materiale, dalle caratteristiche agli impieghi.

Legno massello cos’è e cosa vuol dire

Un legno viene definito massello o massegno quando viene ricavato dalla parte più interna e densa del tronco ovvero dal durame.

Questo termine, quindi, non si riferisce a una specie di pianta ma al metodo con cui viene ricavato il legno. Di conseguenza, il massello avrà le stesse caratteristiche della pianta da cui viene estratto unite a una maggiore resistenza e qualità.

Tipologie

In genere, il massello viene ricavato dalle seguenti specie di alberi:

  • legno massello di abete e di pino, entrambe essenze di colore chiaro e ricche di nodi che vengono utilizzate per creare mobili e arredi in stile country chic o rustico
  • legno massello di faggio, caratterizzato da un colore chiaro tendente al rosato viene usato per la creazione di oggetti di uso quotidiano e utensili da cucina
  • di acero, caratterizzato da un colore chiaro presenta le caratteristiche ideali per essere sottoposto al trattamento della lucidatura
  • di quercia, di rovere e di frassino: nonostante le differenze nelle sfumature di colore del legno sono molto simili per quanto riguarda la resistenza e sono impiegati per la realizzazione di mobili di elevata qualità.
  • legno massello di noce, essenza nobile per eccellenza è usato per la realizzazione di mobili di notevole pregio e sculture

Caratteristiche e difetti

Il legno massello presenta molteplici qualità che lo rendono un materiale pregiato e decisamente costoso e pochi difetti.

Oltre a fondere bellezza estetica e resistenza, peculiarità che ne fanno un materiale molto ricercato presenta altre caratteristiche che lo rendono una scelta vincente sotto molteplici punti di vista.


Estetica raffinata

L’aspetto di questo legno è caratterizzato da colori naturali caldi e suggestivi che con il tempo tendono a scurirsi.

In genere, questo legno per la sua pregevolezza estetica viene usato al naturale.

E’ comunque possibile modificarne l’aspetto attraverso la laccatura. Questo tipo di lavorazione consente di creare effetti di vario genere che spaziano dal lucido all’opaco.



Unicità

I mobili realizzati con questa tipologia di legno sono dei pezzi unici in quanto vengono ricavati dal durame di un singolo tronco e ovviamente non possono esisterne due uguali.

Ogni tavola di questo legno presenta nodi, crepe, fessure, venature e un colore proprio irripetibili che narrano la storia della pianta.

Qualità e resistenza

Questo legno viene ricavato dal “cuore” della pianta che rappresenta la sua parte più massiccia e resistente.

Di conseguenza, il massello presenta un’elevata resistenza e per questo viene considerato un legno di eccellente qualità e molto pregiato.

Sostenibilità

Il massegno durante la sua lavorazione non è sottoposto ad alcun trattamento chimico.


Il suo essere naturale, rigenerabile e riciclabile lo rendono, quindi, una scelta salubre da inserire nell’ambiente in cui si vive e sostenibile da un punto di vista ambientale.

Versatilità

Il massello si presta a molteplici impieghi nell’ambito della realizzazione di mobili e complementi d’arredo.

Criticità

Il massegno nonostante i numerosi pregi, presenta anche alcune criticità.

Questo materiale è soggetto a fessurazioni da ritiro e imperfezioni che lo rendono poco stabile rispetto ad altre tipologie di legno.

Un’altra criticità può essere considerata il suo costo, che a prescindere dall’essenza da cui è ricavato, è decisamente superiore rispetto a quella di altre tipologie di legno.

Impieghi

Il massello viene impiegato per la realizzazione di mobili, complementi d’arredo, oggetti e pavimenti di pregio.

Mobili

Nell’ambito dell’arredamento il massegno viene in genere lavorato per ottenere mobili per il living o la cucina destinati a durare nel tempo e a conferire all’ambiente un’atmosfera elegante e lussuosa.

Tavoli, sedie, credenze, mobili tv realizzati con questo materiale caratterizzano e impreziosiscono qualunque ambiente e sono destinati a durare nel tempo.

Parquet in massello

Molto spesso questo legno viene anche utilizzato per la creazione di pavimentazioni per la sua eccezionale resistenza e la capacità di donare calore e un’atmosfera raffinata all’intero ambiente.


Tra le essenze più utilizzate per la realizzazione di parquet in massello vi sono:

  • abete e pioppo, adatte a essere implementate anche in spazi con il riscaldamento a pavimento
  • frassino e il pino, più economiche rispetto alle media ma non meno belle da vedersi
  • betulla, caratterizzata da ottime prestazioni meccaniche.

Pulizia e manutenzione

La pulizia dei mobili in legno massello può avvenire utilizzando un panno in cotone o in fibra naturale leggermente umido da passare seguendo la venatura del legno.

È fondamentale non usare mai detersivi abrasivi o corrosivi che rovinerebbe questo materiale irrimediabilmente.

Per quanto riguarda la manutenzione, è consigliabile tenere questi mobili lontani sia da fonti di calore, il legno potrebbe inaridirsi troppo, sia dalla luce diretta che con il tempo ne altererebbe il colore.

Curiosità

Spesso si tende a confondere le diverse tipologie di legno invece è importante tenere sempre a mente le differenze per poter effettuare le scelte più corrette in base alle proprie esigenze.

Scoprite, allora, le principali differenze tra massegno e altre tipologie di legno.

Differenza fra legno massello e legno massiccio

Il legno massiccio a differenza del massello è realizzato sfruttando tutte le sezioni del tronco dell’albero e non solo il durame.

Come il massello anche il massiccio presenta le stesse caratteristiche estetiche e proprietà della pianta da cui è ricavato.

Differenza fra legno massello e legno lamellare

Il legno lamellare è costituito unendo più lamelle o lastre di legno dello stesso spessore, quindi, non è un pezzo unico come il massello.

Il legno lamellare rispetto al massello consente una verniciatura più omogenea e non presenta difetti a vista come nodi in quanto viene scelta la parte da mostrare.

Prezzo del legno massello

Il prezzo del massegno è decisamente più alto rispetto a quello di altre tipologie di legno e varia in base alla pianta da cui è ricavato.

  • Il costo del massello di abete, pino o pioppo è compreso tra i 400 e i 500 euro al metro cubo.
  • Il  massello di tiglio, faggio o larice costa al metro cubo circa 1.000 euro
  • mentre il prezzo di quello di noce può arrivare anche ai 2.000-3.000 euro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button