RIscaldamento

Guida al finto camino

Modelli e caratteristiche di quelli in vendita e come realizzarlo anche da soli

L’installazione di un finto camino è una scelta sempre più diffusa in quanto consente di poter godere di tutta l’atmosfera e il piacere di un vero camino senza dover intraprendere opere murarie onerose in termini di tempi e costi.

I finti camini rappresentano, infatti, la soluzione ideale sia per chi desidera regalarsi il piacere di trascorrere lunghe serate invernali rilassandosi di fronte a una scoppiettante fiamma, sia per chi vuole valorizzare una stanza con questo complemento d’arredo dal fascino senza tempo.


Scoprite, allora, tutto sui finti camini e anche le istruzioni per realizzarli da soli.

Finto camino, cos’è e modelli

Il finto camino presenta design e caratteristiche simili a quelle di un vero camino ma a differenza di questo può essere installato o posizionato facilmente in qualunque tipo di casa e stanza in quanto non ha canna fumaria.

I finti camini si possono distinguere in due tipologie:

  • camini finti dove si accende un fuoco che scalda lievemente la stanza
  • camini puramente decorativi

Finti camini che scaldano

I camini che scaldano rappresentano la soluzione ideale per chi desidera godere del piacere e del calore del camino pur abitando in un appartamento in condominio.

Questi finti camini possono essere posizionati in qualunque stanza dell’appartamento, la
la loro installazione non richiede opere murarie e per funzionare non hanno bisogno della canna fumaria.


Il calore emesso da questi camini dipende dal loro modello e dalla tecnologia adottata, nei cambi di stagione quando il riscaldamento è spento sono utilissimi per eliminare umidità da un ambiente creando un bel tepore, ma non possono sostituire il riscaldamento tradizionale.

Esempio di finto camino

Camino elettrico

I camini elettrici rappresentano una soluzione estremamente pratica e comoda in quanto per attivarli basta inserire la presa elettrica nella corrente.



L’unica criticità di questi caminetti è il loro notevole consumo elettrico e il conseguente aumento del costo della bolletta.

Camino a bioetanolo

I camini al bioetanolo si caratterizzano per un design moderno e minimalista e i modelli a focolare aperto impreziosiscono gli ambienti offrendo una suggestione unica.

Il bioetanolo è un combustibile che non rilascia odore, ha un costo contenuto ed è facilmente reperibile in qualunque negozio di casalinghi.

Finto camino senza canna fumaria leory merlin
Camino a bioetanolo

Questi finti camini hanno un impatto ambientale più contenuto rispetto a quello dei camini elettrici ed è possibile lasciarli accesi tutto il tempo che si desidera senza trovarsi qualche “sorpresa” nella bolletta della corrente elettrica.

Camino senza canna fumaria Afire


Camini a pellet

Questi camini, a differenza di quelli elettrici e al bioetanolo offrono la possibilità di scaldare notevolmente un ambiente domestico di piccolo dimensioni sostituendosi in parte al riscaldamento.

Lo svantaggio di questi camini è dato dalla necessità di trovare uno spazio dove stoccare il pellet in modo da averlo sempre a disposizione e, soprattutto, per chi vive in appartamento questo può non essere semplice, soprattutto, se si intende usarlo spesso.

Finti camini decorativi

I camini decorativi possono essere posizionati in qualunque stanza al fine di conferirgli un tocco di eleganza.

Questi camini possono, inoltre, rappresentare un ottimo escamotage per nascondere irregolarità nei muri o per caratterizzare pareti spoglie in una maniera inusuale e unica.

Cornici per finti camini

Queste cornici sono delle strutture in legno o metallo realizzate in varie forme e stili che adagiate contro una parete riproducono l’effetto di un camino non più in uso.

Ovviamente, non è possibile accendere il fuoco in queste cornici, ma con un po’ di fantasia si possono aggiungervi candele, lanterne e suppellettili varie per creare un angolo decisamente incantevole e molto personale.

Camini finti a led

I camini a led consentono di godere dello spettacolo delle fiamme che ardono riprodotto in maniera molto realistica.

Questi modelli in genere non emettono alcun tipo di calore ma hanno una funzione esclusivamente decorativa.

Come fare un finto camino

Realizzare un finto camino può essere più semplice di quanto si possa pensare anche per chi non è particolarmente avvezzo ai lavori manuali.


Per creare il vostro camino fai da te potete scegliere tra diverse opzioni come, ad esempio, riciclare e adattare una vecchia cassettiera oppure costruirlo per intero con del polistirolo.

Finto camino con una cassettiera

Il modo probabilmente più pratico e veloce per realizzare un finto camino è munirsi di una vecchia cassettiera senza piedini e adattarla per conferirgli una nuova vita.

Scelta la cassettiera, togliete tutti i cassetti e smontatene 3 per conservarne le facciate.

Successivamente, rimuovete le guide in modo da ottenere un cassettone totalmente vuoto e applicate la facciata di un cassetto orizzontalmente nella parte superiore del camino. Poi fissate le altre 2 facciate lateralmente tagliando con un seghetto circolare l’eventuale legno in più.

Dipingete il camino nel colore che preferite optando per una vernice scura per la parte interna e avvicinatelo al muro. Non vi resterà poi che abbellirlo con candele, vasi, soprammobili e tutto quello che suggerisce la vostra fantasia.

Camino finto in polistirolo

È possibile creare dei finti camini dall’aspetto decisamente pregevole anche utilizzando del semplicissimo e poco costoso polistirolo.

Dapprima create un progetto di camino con tutte le sue misure e poi acquistate in un negozio di fai da te dei pannelli di polistirolo della misura adatta.

Procedete alla creazione del vostro camino creando 6 strisce di uguale misura che andranno fissate insieme in gruppi di 3 con della colla per creare 2 colonne.

Successivamente, aggiungete la parte superiore del caminetto che dovrà essere costituita da altre 3 strisce di polistirolo.

Per rendere la struttura più solida oltre alla colla usate dei chiodini, dipingetela con una vernice per legno e lasciatela asciugare prima di posizionarla vicino alla parete dove andrà bloccata con dello stucco.

Tutto sul camino

Se invece vi foste decisi ad avere un vero camino per la vostra casa, eccovi altri consigli da leggere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close