Come arredare un ballatoio o un pianerottolo

Come arredare un ballatoio o un  pianerottolo, eccovi tanti, consigli e suggerimenti con la consulenza dell’architetto Rossella Vignoli.

Il pianerottolo come il ballatoio è certamente lo spazio meno considerato all’interno della vostra casa: è un luogo di passaggio o di transizione tra due livelli, troppo spesso confinato alla sua funzione di passaggio e non riceve la stessa attenzione di una vera e propria stanza.

Come arredare un ballatoio

Come arredare un ballatoio

È un peccato in quanto  il ballatoio se presente è una delle zone più vissute dell’abitazione e il pianerottolo è il biglietto da visita della vostra casa .

Attenzione: ci riferiamo prevalentemente a case singole nel caso di pianerottolo, so bene che i regolamenti condominiali impediscono l’arredo di spazi comuni per evitare che chi non abbia buon gusto rovini l’estetica condominiale come spesso accade.

Prendersi cura di tutti gli angoli della vostra casa  è essenziale per arredare al meglio la vostra casa e il ballatoio non fa eccezione alla regola.

Grazie ai consigli di Rossella cercheremo di offrirvi una prospettiva completamente diversa per decorare anche questo ambiente.

Come arredare un ballatoio: i vincoli

Nelle case dove è presente è un’area che i membri della famiglia attraversano quotidianamente. Eppure è un luogo di passaggio trascurato in molte unità abitative. È vero che il ballatoio o il pianerottolo fanno raramente una grande impressione:

di solito hanno dimensioni limitate fino a 1 m2 -,
soffrono generalmente anche di mancanza di luce naturale che non è facile da correggere a causa tipicamente della presenza di scale.
Ci sono due tipi di ballatoio quelli “all’arrivo” in cima alle scale e quelli che si trovano tra due rampe di scale).

Nel cercare di arredare questo ambiente non dovete ostacolare la circolazione delle persone.

Quindi, come procedere?

Dovete Ottimizzare il ballatoio offrendogli una funzione reale

La forma e le proporzioni variano da un’abitazione all’altra, ma tutti offrono metri quadrati da non trascurare. Dare una funzione reale è quindi essenziale per porre finalmente fine alla cattiva reputazione di questo spazio di passaggio.

“Il ballatoio  è per definizione un luogo di passaggio dove i metri quadrati sono “persi” quando sono dedicati solo a questo scopo.. Trovare un’attribuzione è essenziale se vogliamo evitare l’effetto corridoio, un altro ambiente della casa che ha lo stesso problema di arredamento.

E’ meglio tenere conto del volume disponibile prima di assegnare una particolare funzione al pianerottolo; se lo spazio è stretto o scende sotto i 4 m2, diventa difficile ad esempio pensare all’inserimento di sedute per sedersi.

Usarlo come ripostiglio

Un buon Architetto d’interni vi evidenzierà la necessità di riporvi oggetti prima di ogni altro utilizzo perché “non ce n’è mai abbastanza spazio” in una casa

Usarlo come libreria

Passiamo ora ad un altro consiglio di arredamento. Niente può eguagliare una bella libreria per il ballatoio rendendolo anche molto funzionale.

I box standard poco profondi possono essere utilizzati ma soluzioni su misura sono disponibili per massimizzare i metri quadrati.

I ripiani a parete vengono invece utilizzati su ballatoi ristretti, che non devono essere soffocati da schemi solidi.

Usarlo come ufficio

L’ufficio è una buona opzione, a condizione di avere una buona superficie.

È anche fondamentale una fonte di luce è per lo spazio di lavoro. Gli incavi delle finestre, le nicchie scavate nel muro, sono tanti i metri quadrati da sfruttare a cui non si pensa sistematicamente…..

Eppure, è facile immaginare un’accogliente area di lettura con una panca su misura che si fonda con l’arredamento del ballatoio. Potete anche ricavare uno spazio integrato sotto la seduta per riporre i libri.

Come stanza aggiuntiva

Se il vostro ballatoio beneficia di un volume generoso potreste anche pensare di creare una stanza aggiuntiva al piano. Non è raro che un’abitazione abbia bisogno di servizi igienici aggiuntivi, a volte una lavanderia; invece di invadere un soggiorno o una zona notte, dal ballatoio potrete ricavare preziosi metri quadrati.

È quindi necessario un po’ di lavoro per suddividere parte del ballatoio e collegarlo agli scarichi. L’obiettivo è quello di sfruttare questa superficie per sviluppare un ambiente che prima mancava nella casa.

Meglio una decorazione personalizzata

La superficie del ballatoio non sempre permette la realizzazione di rivestimenti in legno che possono ostacolare il passaggio ed ostacolare l’apertura di porte e finestre che si affacciano sul pavimento. In questi casi in cui il margine di manovra è limitato, dovete lavorare con le decorazioni.

Luci e contrasti

Va sottolineata l’importanza del contrasto: “Giocare con le tonalità scure è un buon modo per distinguere questo luogo di passaggio. Direi che creando un’atmosfera silenziosa sul pianerottolo, si crea sorpresa ed evidenzia la bella luminosità delle stanze adiacenti”. In breve, potete scegliere di approfittare di un difetto ricorrente nel ballatoio: al contrario, il suo lato oscuro esalta la luminosità degli spazi accanto..

Meglio non “cercare la luce a tutti i costi”. Sfumature di blu notte, verde foresta o grigio-verde possono caratterizzare un arredamento avvolgente su un ballatoio praticamente cieco.

Un’altra tendenza del design consiste nell’adottare modelli che non oseremmo necessariamente applicare in un altro spazio Potrete decorare gli angoli con carte da parati panoramiche e altri materiali stampati, con una reinterpretazione dello stile Art Déco.

È comunque importante mantenere l’omogeneità a livello del pavimento: “Ci si può divertire sulle pareti divisorie, ma è importante garantire la continuità con il resto della casa. Si può utilizzare lo stesso rivestimento dei gradini delle scale – legno, cemento cerato – o lo stesso del pavimento delle stanze adiacenti per spianare il passaggio tra gli spazi.




Potrete anche creare un “giardino d’inverno” utilizzando piante sospese e vasi di piante sfumate.

Obiettivo illuminazione

Favorire la luminosità rimane un criterio importante per molti di noi, quindi dobbiamo pensare di conseguenza. Naturalmente, le tonalità di luce come il bianco sporco, il grigio perla o l’azzurro possono aumentare la luminosità naturale se l’area in questione ha una piccola finestra. La sfida è creare prospettive anche con colori desaturate.

Dipingere la base con un tono leggermente più scuro dà ancora profondità e dinamismo.

Un trucco che distingue anche questo spazio di transizione dagli spazi abitativi dove dominano in gran parte i monocromi.

Portare la luce in un ballatoio cieco richiede più lavoro. Un’opzione è quella di forare una parete divisoria con un tetto di vetro che porterà ad una delle stanze servite dal ballatoio. Se si tratta di una zona notte o di un bagno vi consigliamo un vetro rinforzato o leggermente sabbiato che riduce la visibilità.

Naturalmente, l’opzione di uno specchio non dovrebbe essere esclusa, soprattutto se le scale riflettono  un minimo di luce sul pianerottolo. Appoggiando grandi specchi sulle pareti, si accentua la luminosità creando un’impressione di spazio.




Come prendersi cura dell’illuminazione artificiale di un ballatoio.

Come in tutte le stanze, l’illuminazione influenza la percezione del luogo. Se il ballatoio è simile ad un lungo corridoio, un controsoffitto intarsiato con faretti fornisce un’illuminazione omogenea ma più impersonale. Le plafoniere offrono una vasta gamma di stili ed effetti interessanti.

Una striscia di led che corre sopra l’altezza di una libreria attira naturalmente l’attenzione.

Altri consigli utili

Tanti suggerimenti per spazi della casa non facili da arredare

{ 0 comments }
Rossella Vignoli

ROSSELLA VIGNOLI

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento