Arredare un open space di piccole dimensioni sfruttando gli spazi

Open Space

Arredare un open space è un processo che da un lato permette di sbizzarrirsi con la propria creatività, mentre dall’altro pone davanti alla difficoltà di dare una forma abitativa a uno spazio aperto completamente vuoto.

La libertà di azione in termini di arredamento di un open space, infatti, crea un blocco iniziale nella scelta dello stile; parafrasando lo psicanalista Erich Fromm, l’uomo ha paura della libertà perché essa lo obbliga a prendere decisioni e le decisioni comportano rischi.

Quando si ha a che fare con un piccolo open space, però, non c’è bisogno di aver paura. Basta seguire i giusti accorgimenti e usare le soluzioni più funzionali che permettano di sfruttare al meglio gli spazi.

La Divisione degli Spazi




Che siate amanti di uno spazio più aperto o di una serie di ambienti delimitati, qualche divisione è d’obbligo nell’open space — almeno per separare la zona giorno dalla zona notte e per creare due ambienti separati.

Per separare gli spazi si può pensare di utilizzare un mobile multi funzionale, come una libreria aperta che oltre a dividere due zone può essere usata per riporre oggetti e utensili, oppure qualcosa di più soft come un pannello divisorio che si può spostare o una tenda da tirare all’occorrenza.

Un altro consiglio utile per l’arredamento di un open space? Sfruttare l’altezza del soffitto: se questo è abbastanza alto si potrà pensare all’installazione di un soppalco per la zona notte o di un letto a soppalco sotto al quale troverà spazio un divanetto o una scrivania.

L’Arredamento dell’Open Space

I mobili dell’open space dovranno essere scelti con molta cura e attenzione: bisognerà evitare a tutti i costi l’arredamento puramente estetico dove la mobilia non ha una vera e propria funzione, prediligendo invece mobili ultra funzionali che possano essere utilizzati in più modi. 




Considerando il fatto che lo spazio a disposizione non è molto, sarà meglio puntare su pochi mobili da posizionare strategicamente. L’angolo cottura occuperà una parete dell’open space e sarà accompagnato da tavolo e sedie — per risparmiare spazio si consiglia un tavolo a parete o un tavolo allungabile, mentre delle sedie che si possono chiudere e appendere al muro all’occorrenza saranno la soluzione migliore.

Per la zona notte si potrà scegliere un soppalco o un letto sopraelevato sotto al quale disporre la zona living, con divano e poltrone o una scrivania angolare. La zona notte e la zona giorno potranno essere separate con un mobile multitasking, come accennato prima, o con altri accorgimenti intelligenti.

Usare tutto lo spazio disponibile in un open space è semplice se, oltre a questi accorgimenti, si usano altri tip utili come installare delle mensole sulle pareti in modo da sfruttare lo spazio verticale e optare per soluzioni che si sviluppano in altezza.

Ecco altri spunti:

{ 0 comments }

KIWANI DOLEAN

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento

Risolvi il quiz *