Guida all’interpretazione dei simboli elettrici, normativa, cosa sono e come riconoscerli

Guida alla lettura dei principali simboli elettrici per orientarsi rapidamente. Vi elencheremo anche i nostri speciali approfondimenti per capire i simboli dei principali elettrodomestici della vostra casa.

Cosa sono e a cosa servono

Quando si decide di rifare un impianto elettrico o semplicemente quando si ha a che fare con un guasto o un malfunzionamento, potrebbe essere necessario dare un’occhiata più da vicino al funzionamento dell’impianto.

Per farlo, è necessario leggere e interpretare una serie di simboli e diagrammi.

A prima vista possono sembrare molto opachi ma rappresentano ogni componente elettrico o elettrodomestico che avete in casa, per semplificare.

Lettura di uno schema elettrico

Il mondo dell’elettricità ha diagrammi e simboli per leggere al meglio la struttura di un albero o il significato di un prodotto.

Tutti i simboli fanno riferimento alle normative dei singoli stati.

La normativa di riferimento

La norma italiana è la CEI 64-8, che si applica a tutti i lavori elettrici.

Potete scaricare QUI  un compendio che la illustra bene.

La normativa richiede che tutti gli impianti elettrici siano coperti da uno schema elettrico.

Questo indica con appositi simboli la natura e la costituzione del circuito e le caratteristiche dei dispositivi che svolgono le funzioni di protezione.

Ogni impianto elettrico deve comprendere gli schemi schematici della protezione generale e della distribuzione dell’elettricità, sia per l’alta che per la bassa tensione.

Guida ai Simboli elettrici

I simboli relativi alle apparecchiature e ai dispositivi sui circuiti sono stati tutti adottati a livello internazionale e ripresi dalla norma.

Esistono due tipi di simboli elettrici:

  • i simboli semplificati utilizzati per uno schema sviluppato o multifilo
  • i simboli utilizzati per uno schema architettonico o monofilo.

I simbolo si trovano su:

  • apparecchiature di produzione e trasformazione (generatore, trasformatore, batterie).
  • apparecchiature di misura (voltmetri, amperometri, wattmetri, frequenzimetri), tubazioni (conduttori, connessione terminale, neutro, by-pass).
  • Componenti operativi come, resistenze, condensatori, motori elettrici, lampada di illuminazione.
  • dispositivi di installazione hanno anche i loro simboli elettrici ( contatore, fusibile, interruttore).

Ad ogni materiale, ad ogni utilizzo corrisponde un simbolo che sarà integrato in modo coerente in uno schema elettrico che disegna gradualmente l’architettura dell’impianto elettrico.

Eccovi i principali per una facile lettura.

principali simboli elettrici

Visione schematica dei principali simboli elettrici

Immagine tratta da https://www.myelettro.it/simboli-elettrici-come-riconoscerli/

Simboli dei principali elettrodomestici

Ed ora ecco le nostre guide di dettaglio per utilizzare al meglio i principali elettrodomestici della vostra casa.

{ 0 comments }

ADMIN

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento