Guida per scegliere le placche elettriche per la cucina

Speciale placche elettriche per la cucina: tutti i nostri consigli utili.

Se vi trovate in fase di ristrutturazione o avete una casa nuova da arredare, è importante sapere che i dettagli possono fare la differenza. Dopo il colore delle pareti, le piastrelle dei pavimenti ed i mobili, bisogna pensare agli elementi d’arredo e, per quanto possa sembrare superfluo, anche le placche elettriche rientrano nella categoria.

Se volete che la vostra casa appaia equilibrata ed in ordine, senza elementi che stonino, scegliere la giusta placca è fondamentale, soprattutto in locali come la cucina, dove vi sono placche ed interruttori in abbondanza.

Placche elettriche in cucina: montarle in sicurezza

Tutte le stanze hanno bisogno di prese elettriche e punti luce e, di conseguenza, di placche che le incornicino, ma ci sono alcuni ambienti della casa che ne richiedono un numero maggiore di altri. Ci riferiamo in particolar modo, alla cucina, dove ogni elettrodomestico necessita di corrente elettrica – e di tipi di prese specifiche – per poter funzionare.



Frigorifero, microonde, frullatore, tostapane e tutti gli altri dispositivi che si utilizzano per cucinare devono poter essere collegati comodamente e in sicurezza. Per questo motivo, prima di scegliere le placche, è importante assicurarsi che l’intero impianto elettrico venga realizzato nel pieno rispetto delle norme di sicurezza vigenti.

placche elettriche per la cucina

placche elettriche per la cucina: la tecnologia Touch

Vi consigliamo, inoltre, di posizionare strategicamente le vostre prese elettriche: in base alla disposizione del piano cottura, del lavabo e del top, potete studiare con il vostro elettricista dove montare gli attacchi, perché siano non solo lontani da fonti di calore e possibili schizzi d’acqua, ma anche comodi da raggiungere e alla giusta altezza da terra.

Attenzione: considerate sempre di avere a disposizione tipologie multi standard e diverse prese specifiche per gli elettrodomestici, del tipo Schuko, considerate le più comode, per non dover ricorrere a degli adattatori, che invece risultano scomodi ed ingombranti.

Una volta installate tutte le prese di cui avete bisogno e nelle giuste posizioni, potete passare alla parte più interessante del restyling della vostra cucina: scegliere i giusti abbinamenti delle placche.




Placche elettriche per la cucina: consigli per gli abbinamenti

La scelta delle placche elettriche può avvenire in base a diversi criteri. Potete decidere se seguire lo stile del resto dell’arredamento ed abbinarle ai colori predominanti, mantenendo una certa linearità, oppure agire per contrasti e dotare, ad esempio, il vostro interruttore di una placca dal design ricercato, per aggiungere un tocco di modernità ad un ambiente che è invece più semplice e discreto.

Non da meno, bisogna tenere in considerazione anche la funzionalità. La cucina è un ambiente di lavoro, in cui si utilizzano diversi dispositivi che, per funzionare, richiedono la corrente elettrica. Per questo motivo, è importante sia scegliere con attenzione la posizione e la tipologia di presa da montare.

placche elettriche per la cucina

placche elettriche per la cucina: cablaggio senza cacciavite

VI POTREBBE INTERESSARE: Placche interruttori di design: suggerimenti

Il nostro consiglio è quello di optare per le prese multistandard, che permettono di collegare dispositivi diversi ad una stessa presa, senza dover ricorrere agli adattatori, antiestetici e troppo ingombranti.




In commercio potete trovare una vasta scelta di placche elettriche, in grado di soddisfare qualsiasi esigenza e gusto personale. Un esempio è il catalogo di Simon Urmet che, insieme ad un’ampia scelta di punti luce, vi offre anche la possibilità di vedere in anteprima come appariranno la placca e l’interruttore scelti da voi sul muro della vostra cucina, grazie al configuratore presente sul sito. Con pochi e semplici passaggi, potete selezionare tutte le caratteristiche che volete per la vostra placca, il colore della parete su cui dovete montarla e farvi così un’idea del risultato finale.

UN PO’ DI IDEE SU… Come arredare una cucina

Come scegliere la placca elettrica giusta per la vostra cucina?

Dopo aver deciso lo stile generale della propria casa, si passa alla definizione dei dettagli. È importante sapere che, in materia di interior design, non c’è nessuna regola scritta che ci obblighi a montare le stesse placche in tutti gli ambienti: abbiamo quindi la libertà di personalizzare a nostro piacimento ogni stanza, compresa la cucina.

Ci sono però alcuni passaggi che vi possono guidare nella scelta.

Il materiale

Se la vostra è una cucina dal design lineare e sofisticato, i materiali più indicati sono il vetro, l’alluminio ed il metallo, che vi consentiranno di ottenere uno stile elegante e ricercato anche nei dettagli. Se invece cercate qualcosa di più semplice, potete optare per il tecnopolimero. Con questa soluzione, riuscirete a dare carattere e disinvoltura alla vostra cucina.




La texture

Anche la finitura incide sul risultato finale. Per alcuni materiali, come il vetro ed il metallo, la finitura è necessariamente lucida, con il tecnopolimero invece c’è una maggiore possibilità di scelta.

 Lo stile

In base allo stile che volete ottenere, potete scegliere tra:

  • una finitura neutra: per una cucina dal design semplice e tradizionale
  • finitura metallizzata: se volete dare un tocco di modernità e luminosità
  • una finitura colorata: allegra e vivace
  • finitura dall’effetto legno: perfetta se avete dato un’impronta rustica alla vostra cucina e volete assicurarvi che tutti gli elementi d’arredo siano abbinati

Il colore

Ultimo, ma non meno importante. Le possibilità a vostra disposizione riguardano innanzitutto la scelta tra placche mono o policromatiche.

Con un interruttore a due colori, potete osare con gli abbinamenti giocando con il vasto assortimento di colori disponibili, che vanno dai più classici, come il bianco o l’antracite, ai più vivaci, come l’arancione e il rosso.

Un’idea è, ad esempio, quella di scegliere un colore che si accosti alla tinta delle pareti e l’altro che invece riprenda quello degli elettrodomestici e dei vari complementi d’arredo della vostra cucina.




placche elettriche per la cucina urmet

placche elettriche per la cucina. le soluzioni Urmet

Anche con la placca monocromatica però vi potete sbizzarrire.

  • Potete sceglierne una che riprenda uno dei colori già utilizzati
  • al contrario potete decidere di aggiungere un tocco di colore scegliendone uno che ancora non è presente né sulle pareti, né tra i diversi elementi che compongono la vostra cucina, creando così un gioco di contrasto.
Outbrain
{ 0 comments }

REDAZIONE

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento

Risolvi il quiz * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.