MaterialiRistrutturazioni

Pietra ricostruita: che cos’è e perchè conviene utilizzarla

Economica, leggera ed ecologica, va bene sia per gli interni che per gli esterni

Un ambiente rivestito di pietra naturale ha un fascino senza eguali. Purtroppo, però, materiali come marmo e granito hanno costi piuttosto elevati.
Ma se volete conferire un fascino elegante e ricercato ad un angolo del vostro soggiorno o rivestire un’intera parete, una soluzione più economica esiste.
La pietra ricostruita è infatti un’ottima alternativa alla pietra naturale. Bella, resistente ed economica, è quasi del tutto identica al materiale originale.
Si tratta di un materiale che sta avendo grande successo e che viene utilizzato sempre più spesso in ambito edile.

Scopriamo qualcosa di più.


Pietra ricostruita: cos’è

La pietra ricostruita è un materiale che simula l’aspetto naturale di rocce come marmo e granito.
Vengono realizzati pannelli da incollare su pareti o pavimenti per simulare una costruzione realizzata con pietre naturali, massi tondeggianti o spezzati, con un costo finale di certo inferiore a quello che sarebbe necessario per effettuare lo stesso lavoro utilizzando materiale naturale.

La pietra ricostruita può essere utilizzata sia in interno che in esterno, su superfici grandi (intere pareti o facciate) e aree più piccole (come un caminetto).

Si ottiene miscelando inerti naturali selezionati (come sabbia e ghiaia) con un legante (di solito cemento o gesso). Infine, se necessario, la superficie viene colorata con pigmenti adeguati.

Per ridurre il peso finale, gli inerti possono anche essere sostituiti in parte con materiali leggeri (come polistirene macinato o argilla espansa). In questo caso si parla di pietra ricostruita alleggerita.

Pietra ricostruita: processo di produzione

La pietra ricostruita, per lo scopo stesso che è chiamata a svolgere, viene realizzata dopo un’attenta analisi della composizione del materiale originale che si vuole simulare, al fine di ottenere una somiglianza praticamente perfetta.


Una volta individuata la pietra da imitare, se ne preleva un campione, da tenere come modello per la realizzazione dell’impasto artificiale.

A questo punto occorre studiare anche forma e dimensione delle singole pietre per preparare gli stampi dove far colare l’impasto liquido che cotto o essiccato.

Le pietre che ottenute avranno un aspetto esteriore del tutto simile all’originale, ma saranno più leggere, più ecosostenibili e più economiche.



Pietra ricostruita: tipologie

Fondamentalmente esistono due tipologie di pietra ricostruita che si differenziano in base al tipo di legante usato per realizzare l’impasto:

  • Pietre a base di gesso: tipologia leggera e da utilizzare esclusivamente in interno in quanto porosa
  • Pietre a base cemento: ideali sia per esterno che per interno in quanto sopportano bene i carichi e non temono il gelo

Pietra ricostruita per esterni

I rivestimenti in pietra ricostruita per gli esterni devono essere robusti, solidi e maneggevoli. Si tratta di tipologie appositamente messe a punto per essere durature nel tempo senza subire alcuna alterazione. Devono saper resistere ad agenti esterni come le intemperie e il gelo, e alle escursioni termiche.

Dal punto di vista estetico, la pietra ricostruita per esterni deve somigliare il più possibile alla pietra naturale, in modo che l’opera finale, che può essere un muro di pietra portante, sia il più veritiera e realistica possibile.

Proprio per questo motivo, particolare attenzione è prestata alla colorazione che, come nel caso della pietra vera, non deve essere omogenea ed uniforme, ma mossa e disomogenea. Questo effetto si ottiene utilizzando ossidi minerali permanenti della miglior qualità.

Pietra ricostruita per interni

Anche la pietra ricostruita per interni riproduce fedelmente la natura. Tuttavia, rispetto alla pietra usata outdoor, quella per interni può anche essere meno resistente.


È un materiale che si adatta a qualsiasi stanza:

Per l’uso indoor, la pietra ricostruita riveste più che altro un elevato potere decorativo. Il suo vantaggio è quello di ben armonizzarsi con qualsiasi stile e tipo di design, sia classico che contemporaneo.

Pietra ricostruita: posa

La posa può avvenire su varie tipologie di rivestimenti sottostanti. Non è particolarmente difficile e chi ha una buona manualità può evitare di ricorrere ad una manodopera specializzata.

Esistono 2 tipologie di posa:

  • ad incollaggio: sistema molto facile, si può usare una normale colla universale e, in base al risultato estetico che si vuole ottenere, si può procedere ad una stuccatura
  • sistema ad incastro, che non prevede l’utilizzo di un legante

Comunque sia, in entrambi i casi, ci sono tuttavia degli accorgimenti di cui tener conto:

  • la base sottostante deve essere priva di imperfezioni e di vernici, omogenea e ben pulita. Altrimenti, il materiale non aderirà bene alla superficie e non risulterà quindi del tutto stabile
  • meglio iniziare la posa dal basso, esercitando una lieve pressione su ogni pannello
  • la naturalezza è un criterio importante da rispettare: l’effetto finale deve essere sì regolare ma non troppo
  • al termine dei lavori, rimuovere tracce di polvere e residui di lavorazione passando semplicemente un panno asciutto

Pietra ricostruita: vantaggi

Vediamo ora quali sono i vantaggi nell’utilizzare la pietra ricostruita:

  • Ecologica
  • Leggera
  • Economica
  • Facile da montare
  • Applicabile su ogni tipo di superficie
  • Iperrealistica
  • Resistente al gelo
  • Resistente ai raggi UV
  • Esiste la versione sia per esterni che per interni
  • Si adatta bene sia in contesti classici che più moderni e di design

Pietra ricostruita: ambiti di utilizzo

La pietra artificiale viene utilizzata al posto della pietra naturale, non tanto per la costruzione di edifici, quanto per il rivestimento di facciate esterne e di pareti interne.

Il suo impiego abbraccia differenti ambiti. Ecco i principali:

  • pavimentazioni di interni ed esterni
  • rivestimenti di pareti interne e facciate esterne
  • finiture di ambienti interni (es. porticati, caminetti…)
  • creare effetti decorativi di alto impatto scenografico
  • restauro

Pietra ricostruita: prezzo

Più economica rispetto alla pietra naturale, è comunque più costosa di altri materiali edili. Ciò dipende dalla lavorazione necessaria per per ricostruire un elemento in pietra artificiale.
In media, il prezzo al metro quadrato va dai 40,00 ai 60,00 euro. Più la superficie da ricoprire è grande e più il prezzo aumenta.
Di media, per una porzione piccola da rivestire, come ad esempio, quella attorno ad un caminetto, il prezzo finale può aggirarsi attorno ai 150,00/ 200,00 euro.


Pietra ricostruita: la nostra selezione

Ecco qualche esempio di quanto si può trovare in commercio.

Pietraelite

Nata nel 2006, Pietraelite si forma come azienda di produzione di rivestimenti in Pietra Ricostruita e, fin dagli inizi, si distingue per l’attenzione all’innovazione, alla materia prima e alla qualità delle finiture.

Pietra ricostruita pietraelite

La collezione dei suoi prodotti è suddivisa in categorie:

  • tradizionale: linea molto classica il cui richiamo alla tradizione viene evocato dai nomi stessi delle tipologie di rivestimento proposte (Adamello, Botticino, Camelot, Cervino)
  • contemporanea: con texture moderne o che coniugano sapientemente stile rustico e moderno
  • exclusive: una linea che prevede toni e rifiniture ricercati
  • brillio: la sua speciale formulazione permette al materiale di assorbire le radiazioni della luce solare per rilasciare un irraggiamento luminescente quando l’ambiente viene oscurato
  • diamond: un elemento unico e prezioso grazie alla sapiente combinazione ed applicazione di Pietra e cristalli Swarovski
  • unique: realizzato esclusivamente a mano, personalizzabile con ogni colore RAL su richiesta specifica ed applicabile a qualsiasi modello delle collezioni per impreziosirne forme e rilievi

Pietra ricostruita

Ed infine, la sezione Pietra colore: ogni tipo di pietra ricostruita presente a catalogo, oltre ai numerosi colori già disponibili, può essere ordinata nel colore RAL preferito.

Leroy Merlin

Da Leroy Merlin è possibile trovare rivestimenti più basilari e meno ricercati ma più abbordabili economicamente.

  • Rivestimento decorativo Helsinky pietra naturale.
    Consigliato per rivestire la doccia e il retro cucina, è indicato anche per ambienti esterni. 64,90 euro /mq
  • Rivestimento decorativo Pietra grigio/beige. Molto semplice , a soli 12,90 euro/mq
  • Pietra naturale 60×60 cm, Sp 30 mm.
    Quadrato in pietra sistetizzata con resa 45 kg/mq, ideale per pavimentazioni da esterno, piscine, rivestimento. 402,60 euro/pz Pietra ricostruita Leroy merlin
  • Pietra naturale 120×60 cm, Sp 20 mm.
    Rettangolare in pietra sistetizzata con resa 45 kg/mq, ideale per pavimentazioni da esterno, piscine, rivestimento. 270,84 euro/pz
  • Pietra naturale 60×60 cm, Sp 20 mm.
    Quadrato in pietra sistetizzata con resa 45 kg/mq, ideale per pavimentazioni da esterno, piscine, rivestimento. 421,63 euro/pz

Paolo Barzotti

Paolo Barzotti propone tante tipologie di rivestimento in pietra ricostruita economiche e comodamente acquistabili on line. Ecco qualche esempio.

  • Castor cappuccino 37,5×10. Conf. 0,41 mq 13,00 euro
  • Arcada amber 37,5×10. Conf. 0,41 mq 14,00 euro
  • Arcada grigio 37,5×10. Conf. 0,41 mq 14,00 euro
  • Arena graphite 37,5×10. Conf. 0,41 mq 14,00 euro
  • Espania cappuccino 37,5×10. Conf. 0,41 mq 14,00 euro
  • Corona gray 37,5×10 Conf. 0,41 mq 13,00 euro
  • Espania cinnamon 37,5×10. Conf. 0,41 mq 14,00 euro
  • Link stone grigio 37,5×10 Conf. 0,41 mq 14,00 euro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close