Guida alle ringhiere per balconi, norme, materiali e stili

Scoprite i requisiti di legge che devono soddisfare le ringhiere per balconi e tanti suggerimenti utili relativi alla loro scelta.

Le ringhiere per balconi assolvono sia una fondamentale funzione di sicurezza.

Le loro dimensioni sono regolate da una severa normativa volta a rendere gli spazi esterni sicuri. Hanno anche  un’importante funzione estetica nel definire l’immagine della facciata di una casa e dei suoi spazi esterni.

Un tempo le ringhiere per balconi erano principalmente costruite in ferro battuto o legno.

Oggi sono disponibili parapetti realizzati in diversi materiali volti a valorizzare ancora meglio le caratteristiche specifiche di ogni edificio.

Scopriamo ora la normativa che regolamenta la sicurezza delle ringhiere per balconi e tante informazioni utili sui principali materiali con cui vengono realizzate.

La normativa relativa alle ringhiere per balconi

Le ringhiere e i parapetti per balconi svolgono una essenziale funzione di sicurezza che svolgono prevenendo eventuali cadute nel vuoto di persone e oggetti

Devono essere realizzati quindi rispettando sia una normativa nazionale, sia eventuali norme locali che possono integrarla.

Secondo, infatti, il Decreto Ministeriale n.236/89, che si applica a tutti gli edifici pubblici e privati, le ringhiere devono avere un’altezza minima di 100 cm. e devono essere inattraversabili da una sfera di 10 cm. di diametro.

Tale norma si applica a tutti gli edifici di nuova costruzione ma, anche, a quelli realizzati precedentemente che, quindi, devono essere adeguati.

Gli enti comunali possono, inoltre, emettere delle normative che vadano a rinforzare tale decreto ministeriale, ad esempio, aumentando ulteriormente l’altezza minima richiesta.

Come mettere in sicurezza il balcone

Se il vostro balcone non è ancora a norma, metterlo in sicurezza senza dover cambiare la ringhiera per intero è relativamente semplice.

Molte aziende operanti nel settore edile, infatti, installano dei rialzi che possono essere inseriti sulla ringhiera o parapetto esistente in maniera veloce con un esiguo esborso economico.

Cosa valutare nella scelta delle ringhiere per balconi

Se desiderate rinnovare, le ringhiere dei vostri balconi il consiglio è di effettuare due tipi di valutazioni diverse volte a definire materiale e stile migliori.

I materiali

Al fine di scegliere il materiale migliore per le ringhiere per balconi, il consiglio è di effettuare una prima valutazione di tipo funzionale volta a individuare le caratteristiche climatiche e territoriali del luogo dove vivete.

In tal modo è possibile scegliere una ringhiera realizzata nel materiale più adatto al fine di ridurne l’usura e aumentarne, di conseguenza, la durata nel tempo.

Ad esempio, in aree dove le precipitazioni atmosferiche sono frequenti e il clima è particolarmente umido, è preferibile prediligere ringhiere per balconi realizzate con materiali resistenti alla corrosione come l’acciaio inox.

In genere i materiali più utilizzati per la realizzazione di ringhiere per balconi sono:

  • acciaio inox
  • acciaio zincato e verniciato
  • ferro
  • vetro
  • legno

Scopriamo le principali caratteristiche e utilizzi di ognuno di questi materiali.

Acciaio inox

Le ringhiere per balconi in acciaio inox si caratterizzano per un’eccellente durata nel tempo, questo tipo di materiale è, infatti, inattaccabile dagli agenti atmosferici e presenta un’ottima resistenza all’usura.

ringhiere in acciaio inox

Sono ad esempio ideali in località marine per resistere all’effetto della salsedine.

Acciaio zincato e verniciato

Le ringhiere  in acciaio zincato e verniciato presentano una buona resistenza nel tempo, sebbene siano maggiormente soggette all’usura causata dagli agenti atmosferici rispetto a quelle in acciaio inox.

Queste ringhiere necessitano di una manutenzione regolare è, infatti, consigliabile riverniciarle non appena si presentano i primi segni di deterioramento.

Le ringhiere in acciaio zincato e verniciato sono  in genere meno costose di quelle in acciaio inox.

Ferro battuto

Le ringhiere per balconi in ferro battuto sono probabilmente le più diffuse e, spesso, rappresentano dei veri e propri capolavori di artigianalità.

Ringhiera in ferro battuto

Classico esempio di ringhiera in ferro battuto.

Queste ringhiere hanno un’ottima resistenza nel tempo e possono valorizzare case ed edifici antichi diventandone un punto di forza.

Vetro

Le ringhiere per balconi in vetro sono una soluzione moderna e perfetta per edifici edificati in luoghi dove si può godere di una bella vista sullo spazio circostante.




Queste ringhiere sono ideate con l’intento di ridurre visivamente al minimo la loro presenza. L’obiettivo è creare una sorta di fusione tra il terrazzo e gli ambienti esterni.

ringhiere in vetro e acciaio inox

Un difetto di questo tipo di ringhiera è la necessità di una pulizia costante: il vetro tende a sporcarsi e a diventare opaco a causa dell’inquinamento atmosferico e della polvere.

L’intelaiatura è comunque in acciaio inox.

Legno

Le ringhiere per balconi in legno rappresentano un grande classico delle case edificate nelle zone di montagna.

in genere vengono realizzate in larice o abete scandinavo, tipologie di legno molto resistenti.




Ringhiere per balconi in legno

Sul mercato sono presenti ringhiere per balconi in legno realizzate sia con una foggia tradizionale, sia con uno stile più moderno e contemporaneo. Le moderne sono caratterizzato da liste orizzontali di piccole dimensioni, perfette per abitazioni di nuova o, comunque, recente costruzione

Lo stile

La seconda valutazione necessaria per individuare il miglior stile di ringhiera deve, invece, focalizzarsi sull’aspetto esteriore della vostra casa, considerando:

  • età dell’edificio
  • stile architettonico
  • materiali utilizzati
  • colore predominante
  • collocazione territoriale

Da un punto di vista estetico, infatti, non sempre è necessario avere omogeneità tra stile interno della casa e ringhiera.

Ad esempio, per immobili realizzati in stile moderno una ringhiera in ferro battuto risulterebbe stonata mentre nei centri storici delle città è possibile notare come questi parapetti impreziosiscano senza stonare gli spazi esterni di loft arredati in contemporaneo.

Per immobili da cui si può godere di una bella vista sul mare, sul lago o sulla natura è meglio privilegiare il vetro. Valorizzeranno il panorama, scelta che invece sarebbe poco sensata per soluzioni abitative prive di una particolare vista.

Tutto per il balcone

Eccovi tanti spunti e suggerimenti da leggere.

{ 0 comments }

ANNABELLA DENTI

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento