Mobili antichi e d’epoca: una scelta green?

Mobili antichi e d’epoca: i mobili d’epoca rappresentano una scelta green? La risposta è ‘dipende’, in quanto alla base del riciclo e del restauro vi è la volontà di impiegare elementi che altrimenti dormirebbero in soffitta e resterebbero lì solo per invecchiare e rovinarsi.

Reimpiegando i mobili d’epoca e donando loro una nuova vita, non solo si aiuta l’ambiente evitando la saturazione del mercato, ma si può dare vita ad un processo di rivalutazione dall’anima green.

I mobili d’epoca diventano quindi sostenibili se per lavorarli e restaurarli vengono impiegate tecniche consone e se la loro introduzione nell’ambiente domestico si rivela favorevole.

Mobili antichi e d’epoca: le diverse tipologie di restauro

Il restauro che interessa i mobili antichi può essere creativo o conservativo. Il restauro creativo parte da un mobile antico e lo può convertire in una soluzione di arredo molto diversa dall’originale. E’ questo il caso delle tavole in legno massello che vengono mutate in top per l’appoggio dei lavabi in bagno, o del riuso delle vecchie ceste in metallo come portafiori, solo per fare qualche esempio.

Questa tipologia di restauro permette di inserire in casa degli elementi anche molto antichi, donando loro una nuova funzionalità, più moderna e più vicina all’abitare contemporaneo.




Il restauro conservativo si occupa invece di restaurare gli elementi in base alla loro funzione originaria, e applicando nella lavorazione i metodi che sono stati usati al tempo per costruirli. Si tratta di un lavoro molto importante, applicato soprattutto agli oggetti e ai mobili di valore e che richiede un intenso dispendio di forze e di risorse economiche. La soddisfazione di disporre di un mobilio antico restaurato ad arte è però immensa, e chi ama l’arte antica può trarne molti benefici estatici e personali.

SPECIALE: Arredo etnico fa rima con green o no?

Per rappresentare una scelta green, i mobili d’epoca devono quindi essere trattati con prodotti amici dell’ambiente e con vernici salubri per gli abitanti. Queste caratteristiche possono essere attuate dai professionisti del campo per quanto riguarda il restauro conservativo.

Se invece il restauro è creativo e viene eseguito in autonomia, diventa fondamentale prestare attenzione all’acquisto dei prodotti di pittura, alle vernici e anche alla scelta degli eventuali componenti metallici che servono per restaurare al meglio il mobilio.

mobili antichi e  d'epoca restauro

Mobili antichi e d’epoca




In questo modo i mobili d’epoca non solo acquistano una nuova vita, ma si propongo come elementi di arredo sostenibili, profondamente green, in quanto vengono trattati con prodotti che aiutano a rendere l’aria domestica più salubre e a migliorare il contatto con la pelle.

Una scelta collaterale interessa anche i tessuti, che devono essere preferiti di ottima qualità e in fibre naturali per accompagnare il mobilio restaurato. Una tappezzeria salubre regala infatti un contatto migliore con la pelle e permette di elevare il potere stilistico degli elementi, rendendoli belli, sostenibili e amici dell’ambiente.

Mobili antichi e d’epoca: alcuni libri consigliati

Guida ai segreti dei mobili d'epoca
Guida ai segreti dei mobili d’epoca
Prezzo:N/A
Risparmi:N/A
mobili d'epoca
Come restaurare i mobili
Prezzo consigliato:EUR 10,00
Prezzo:EUR 8,50
Risparmi:EUR 1,50
mobili d'epoca

Altri articoli a tema che ti potrebbero interessare:

Outbrain
{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento

Risolvi il quiz * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.