Conservare e trasformare: i trend 2014 di architettura e design

CONSERVAZIONE E TRASFORMAZIONE: ecco come l’architettura e il design contemporaneo comunicano con il passato

Conservazione e riutilizzo : queste le due parole chiave che contraddistinguono la tendenza 2014 in ambito architettonico.

Sono tanti gli esempi di progettazione a favore della riqualificazione urbana e architettonica di edifici in disuso, abbandonati, degradati.

Recuperare le risorse esistenti non solo dimostra interesse e cura per il territorio e il mondo in cui viviamo, ma anche un’ attenzione particolare nei confronti della sostenibilità.

Gli sprechi non sono mai graditi, specie in architettura, dove l’attento studio e la valutazione della struttura e dei materiali utilizzati, permettono di realizzare veri e propri capolavori del costruire.

Ex fabbriche, chiese, edifici storici e capannoni : l’involucro resta, a cambiare sono le funzioni all’interno. Nascono così ville dal sapore mistico, luoghi dedicati all’arte dal fascino industriale, spazi al servizio della collettività che creano una comunicazione tra urbanistica e conservazione.




Le facciate mostrano il dialogo tra nuova costruzione e preesistenza, sottolineando l’accostamento tra presente e passato, una continuità che vuole essere esibita e celebrata.

Untitled13 Untitled12

 

Negli anni ‘20 vi si produceva il whisky, poi rimasto in disuso per tanti anni, oggi “The Young Centre for the Performings Arts” di Toronto, un progetto dalle linee eleganti, reso accogliente dall’accostamento delle capriate in legno e dei mattoni faccia a vista.

Innovativo anche il progetto di MVRDV che ha trasformato una fabbrica in disuso in un grande e flessibile spazio di lavoro per il call centre Teletech in Francia.




Untitled15 Untitled14

Fuori dal comune la riconversione di una splendida chiesa anglicana risalente al 1892, progettata dai proprietari e architetti Domenico e Maria Bagnato, in residenza lussuosa dalle linee raffinate, pulite.

Il design all’avanguardia, la trasparenza e la contemporaneità  ben si sposano con linee e archi a sesto acuto tipici del periodo gotico, per un effetto unico e di grande impatto visivo.

Untitled17 Untitled16

 




Questi sono solo alcuni esempi di come l’architettura possa creare un linguaggio tra vecchio e nuovo, preservando le preesistenze ma allo stesso tempo creando qualcosa di inedito, insolito, originale che lascerà tutti a bocca aperta.

Se amate leggere ispirazioni di design ed architettura vi consigliamo anche tutti i nostri articoli sul tema:

{ 0 comments }

CHIARA MURA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?

Lascia un commento

Risolvi il quiz *