Tetto ventilato: caratteristiche e benefici

Scopriamo insieme tutte le caratteristiche ed i vantaggi del tetto ventilato

Tetto ventilato: le costruzioni e le ristrutturazioni moderne cercano di rispettare il più possibile l’ambiente e soprattutto di isolare per bene la casa dal caldo e dal freddo.

tetto ventilato

tetto ventilato: una soluzione efficiente a livello energetico.

In questo contesto si inserisce il tetto ventilato, un sistema che oltre ad essere benefico per l’intera costruzione, permette di rendere abitabili e confortevoli i sottotetti, solitamente difficili da vivere in estate per il troppo caldo e in inverno per il freddo e le infiltrazioni di umidità.

Tetto ventilato: quali sono le caratteristiche principali?

Il tetto ventilato viene realizzato impiegando una serie di falde inclinate e la copertura prevede la presenza di un’intercapedine dallo spessore variabile fra i 6 e i 10 cm.

  • Lo spessore deve essere commisurato alla lunghezza della falda del tetto, nonché alle caratteristiche climatiche del luogo dove si trova l’abitazione.

In estate, quando l’irraggiamento è intenso e il calore può raggiungere anche gli 80°, l’intercapedine permette di ridurre il calore che proviene dalle tegole e quindi di ridimensionare la temperatura nell’ambiente sottostante.




E in inverno? Il funzionamento di  questa tipologia di tetto è intelligente anche in questa stagione, perché l’intercapedine permette che esca il vapore acqueo che si accumula all’interno dell’abitato ed evita in questo caso la formazione di condensa che può derivare dall’assenza di sistemi di isolamento.

L’intercapedine presente nel tetto ventilato è la sua caratteristica principale, ma la struttura annovera anche una stratigrafia che si sviluppa dal basso verso l’alto costituita da una struttura portante in legno, tralicci di acciaio o solai in cemento e altri sistemi quali la barriera al vapore che protegge dalla formazione della condensa e il materiale isolante costituito da pannelli in fibre naturali oppure sintetiche.

I pannelli isolanti hanno il compito di isolare termicamente la struttura, ma anche di evitare che si formino muffe.

Questo tetto si completa con le tegole, con i coppi o con altri elementi di copertura che lo rivestono e lo proteggono dagli agenti atmosferici.

Un buon tetto ventilato è l’unione perfetta di questi elementi, che devono essere scelti con cura e realizzati con ottime materie prime. Solo in questo modo l’intelligente struttura del tetto ventilato può offrire ottime performance e garantire una situazione di raffrescamento in estate e di isolamento termico nei periodi invernali.




E’ importante ricordare che il tettoventilato viene considerato come una miglioria energetica e quindi può essere inserito fra le opere che ricevono le detrazioni fiscali del 50% o del 65% per chi ristruttura un’abitazione con la volontà di renderle energeticamente efficiente.

Ecco i nostri consigli su come ristrutturare casa:

{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?