Separè Ikea: prezzi e modelli per interni

Separè Ikea: tante soluzioni per dividere ambienti e creare zone differenti vivendo al meglio la tua casa e gli esterni.

I separè Ikea possono rivoluzionare i grandi ambienti, dando modo di realizzare cambiamenti in casa senza dover necessariamente affrontare spese ingenti. In alternativa oggi esistono anche pareti divisorie belle e funzionali, ma la loro mobilità risulta ovviamente ridotta.

Se non si hanno particolari esigenze in termini di isolamento acustico e termico, è sufficiente un piccolo separè (o paravento) per creare zone e angoli adibiti a funzioni specifiche.

L’utilizzo di queste strutture mobili risale alla tradizione orientale, quando i paraventi di carta sostituivano le pareti della casa. Nel Medioevo il cuoio sostituì i fogli di carta, per poi passare a listelli intarsiati e lavorati nel ‘700.

Lo store Ikea propone diverse alternative, accontentando gusti e stili differenti. Ecco alcune delle migliori proposte sia per gli interni che per i giardini:

Separè per interni Ikea

Il paravento Ekne di Ikea misura 135 x 161 cm. È realizzato con un tubo in acciaio che nella parte superiore forma dei decori a riccioli, dal sapore vintage. Dai bastoni scendono delle tende in poliestere (65%) e cotone (35%), di colore bianco.




Separè Ikea ekne

Separè Ikea: modello Ekne

Il separè è composto da 3 pannelli che possono essere combinati in diverso modo, creando angoli o linee rette. Una volta ripiegato su se stesso, può essere messo da parte senza ingombro.

Il tessuto è lavabile in lavatrice a 40° e può essere comodamente stirato a casa purchè a media temperatura. Il prezzo di acquisto è davvero irrisorio, solo 39,99 euro. Un piccolo tocco di stile per dare luminosità e privacy alla stanza.

Separè Ikea

Saliamo di livello e scopriamo invece Risor, un separè in legno massiccio di pino, disegnato da Julia Treutiger. Si tratta di un prodotto robusto e resistente, ma ugualmente facile da spostare e riporre all’occorrenza. Ricorda molto le pareti divisorie tipiche delle case giapponesi.




Separè Ikea modello Risor

Separè Ikea modello Risor

I pannelli sono composti da tanti riquadri in plastica propilenica di colore bianco, che creano un bel gioco di contrasti e luci. Ideale da utilizzare in camera, per creare una zona più riservata dove effettuare il cambio vestiti o per dividere l’angolo cottura dal soggiorno.

Le dimensioni sono 216 x 185 cm. Si pulisce con un panno inumidito. Viene venduto al prezzo di 99 euro.Separè Ikea modello Risor

Completamente diverso, ma ugualmente funzionale, è il separè ad angolo Vidga. In realtà non è un vero e proprio paravento, ma un sistema di binari che può essere realizzato per circoscrivere un ambiente.

Nel kit troverete un bastone da appendere al soffitto e da cui far scendere la tenda. Sia il bastone che il binario possono essere regolati nelle misure. I materiali sono alluminio e plastica.




Separè Ikea modello Vidga

Separè Ikea modello Vidga

Per questo separè si consiglia l’utilizzo di tende arricciate (che non vengono fornite al momento dell’acquisto). Immaginate, come nella foto, di isolare il letto dal resto dalla camera o di creare una zona studio. Ikea lo propone a poco meno di 45 euro.

Separè Ikea per esterno

Chi l’ha detto che i paraventi non possano essere impiegati anche per verande e giardini? Il separé da giardino Slatto misura 211 x 170 cm. La struttura in legno di acacia è composta da 3 pannelli dotati di tessuto di colore nero, composti per il 70% da polietilene e per il 30% da poliestere.

Separè Ikea modello Slatto

Separè Ikea modello Slatto

Per montarlo bisogna fissarlo su una ringhiera o al terreno del giardino, mediante dei picchetti forniti nella scatola. Ottimo anche per coprire balconi e terrazzi da occhi indiscreti.




Si consiglia di utilizzarlo solo in luoghi aperti. Lo trovate al prezzo di 99 euro.

Separè Ikea modello Slatto

Come vedete, sono diverse le possibilità per poter suddividere le vostre stanze. Potete giocare con i colori e con i materiali, cercando di migliorare così anche la gradevolezza estetica dell’ambiente.

Potrebbe esserti utile anche:

{ 0 comments }

ALESSIA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?