Pannelli murali: 3 interessanti usi alternativi

Pannelli murali: una soluzione che permette di modificare gli spazi dei nostri interni per realizzare ambienti davvero personalizzati e su misura. Vediamo i diversi tipi di pannelli murali e alcune soluzioni che permettono.

I pannelli murali possono essere realizzati in cartongesso e quindi separare le stanze e gli ambienti in modo ‘quasi’ definitivo, perché possono semplicemente essere abbattuti e quindi ricostruiti. Oppure sono in muratura e qui si tratta di una cosa un po’ più seria. La muratura chiede infatti di essere ben calibrata perché è definitiva, ovvero per demolirla serve un progetto ed è importante che non si tratti di aree portanti.

I pannelli murali leggeri, quelli in cartongesso ma anche realizzati in fibre naturali come il legno o le strutture in paglia e cellulosa, possono essere inseriti in casa per creare ambienti alternativi, per separare le stanze, ma anche per dare vita a sistemi di alloggio e di contenimento interessanti.

Ma vediamo 3 usi alternativi di altrettante tipologie di pannelli murali:

1) Pannelli murali attrezzati

Anche se bisogna prestare attenzione al peso, perché i pannelli murali leggeri non sono in gradi di supportarne molto, questa soluzione può essere ideale per chi desidera attrezzare una libreria, un parete per ospitare i cd musicali o i video.

pannelli murali libreria




E’ importante in questo caso calibrare per bene gli spazi e i pesi e quindi procedere attrezzando i pannelli con speciali spazi contenitivi, con mobili a sospensione o a piacere con giochi di mensole.

2) Pannelli murali illuminati

Può capitare che la ‘situazione luminosa’ abbia bisogno di una svolta in casa, quindi i pannelli murari possono diventare la base per alloggiare sistemi di illuminazione. Si tratta di una scelta molto interessante, perché i pannelli possono essere completati con lampade da parete, con applique e anche con strisce a led che sanno regalare interessanti giochi luminosi.

pannelli murali divisorio luminoso

Pensiamo, ad esempio, ad una parete divisoria che la necessità di essere inserita in un ambiente cieco, quindi privo di sbocchi e magari un po’ angusto. In questo caso la parete può essere attrezzata con interessanti giochi di lampade, che possono partire dall’alto verso il basso o viceversa, regalando atmosfera e interesse anche agli spazi più piccoli.

3) Pannelli murali dipinti

Sappiamo che gli stacchi di colore possono essere audaci, soprattutto se si amano le tinte sature. I pannelli murali divisori possono in questo caso essere impiegati per movimentare la situazione cromatica negli ambienti, venendo colorati con tinte accese, complementari o in contrasto con quelle scelte nelle pareti.




pannelli murali divisorio carta parati

Se si tratta di pannelli murali in cartongesso, è inoltre possibile applicare senza timore la carta da parati, che sa regalare pregio, decoro e anche caratterizzare gli spazi in modo migliore.

In commercio si possono reperire carte da parati davvero molto belle, che possono essere impiegate per creare echi naturali o rimandi al gusto black & white.

Ti potrà interessare anche:

{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?