Finto parquet: prezzi e caratteristiche

Finto parquet: quali sono le tipologie in commercio e le sue differenze rispetto ad un parquet in vero legno.

Il finto parquet è una delle tante alternative per chi ha scelto di arredare la propria casa con un pavimento in stile rustico. Questa tipologia di materiale riproduce il senso di calore tipico del legno, ma presenta molti vantaggi in più, essendo di base un prodotto meno delicato.

Se volete un finto parquet potete scegliere tra il laminato, il gres porcellanato e il PVC. Ecco una breve guida per fare un po’ di chiarezza.

Finto parquet caratteristiche

Il finto parquet riproduce alla perfezione le venature del legno

Finto parquet laminato

Dirottare la propria scelta sul parquet laminato consente di avere a disposizione un materiale molto simile al legno, in grado di riprodurne venature e nodi caratteristici.

Si installa con facilità anche su pavimenti preesistenti e non richiede accortezze particolari. Ha dei costi notevolmente inferiori, ma del resto del legno non vi è neanche traccia. I listelli sono composti da una serie di materiali di scarto e di resine che garantiscono la giusta impermeabilità.




Sul catalogo Ikea ci sono diverse soluzioni per i vostri pavimenti in laminato:

Finto parquet laminato

Finto parquet laminato

Finto parquet gres porcellanato

Il gres porcellanato è un’altra soluzione per gli amanti del pavimento effetto legno. Anche qui ci muoviamo su fasce di prezzo decisamente più basse rispetto ad un vero parquet.

Il materiale è composto da ceramica dura e non porosa, quindi ne risulta un materiale idrorepellente e particolarmente resistente a graffi e abrasioni di ogni tipo. Tollera bene anche macchie ed eventuali sostanze chimiche.

Queste sue caratteristiche lo rendono adatto anche al rivestimento di zone esterne. Le colorazioni spaziano dalle tinte naturali agli effetti lucidi e smaltati, per chi ama il tocco moderno.




Finto parquet gres porcellanato

Finto parquet gres porcellanato

Finto parquet pvc

I pavimenti in pvc sono l’ultima tendenza in fatto di arredamento. Vanno incollati direttamente alla superficie e si tolgono con altrettanta velocità qualora ci siano delle riparazioni da effettuare.

Rispetto al gres porcellanato, questo materiale riproduce al tatto una maggiore sensazione di calore, quindi è come stesse camminando sul legno.

Anche il pvc si distingue per la sua resistenza ai graffi, all’acqua, per il buon isolamento acustico, il prezzo contenuto e lo spessore esiguo. Di conseguenza può essere posato anche su altre mattonelle e pavimentazioni.

Finto parquet pvc

Finto parquet pvc




Finto parquet: vantaggi rispetto al legno

Avrete già intuito, leggendo le singole sezioni, che sono davvero tanti i vantaggi di un pavimento finto parquet.

Qualunque sia il materiale che abbiate scelto, laminato, pvc o gres porcellanato, sicuramente le operazioni di pulizia sono molto più semplici. Non è necessario prestare tutte quelle accortezze che al contrario richiede il vero legno.

finto parquet e vero parquet

Finto parquet o vero legno?

Potete utilizzare comuni detergenti neutri, togliendo rapidamente macchie e imperfezioni. Normalmente non sono richieste operazioni straordinarie di manutenzione, quali ad esempio lucidatura o levigatura.

Inoltre con il finto parquet potete scegliere tra una vasta gamma di colorazioni ed effetti, spaziando tra le sfumature associate alle diverse essenze di legno. Si possono riprodurre le caratteristiche del rovere, del ciliegio, dell’acero, del noce, ma anche giocare con colori più scuri fino al grigio e al nero.




Un’altra caratteristica di questi materiali è la loro stabilità nel tempo. Questo aspetto è invece il punto debole del legno massello che, con il passare degli anni, a causa di usura e, in alcuni casi, anche per l’esposizione al sole, tende a cambiare colore e a modificare il proprio aspetto.

Scopri tutti i nostri approfondimenti sulle pavimentazioni:

{ 0 comments }

ALESSIA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?