Cucine in legno: la scelta dei legni tropicali

Che legno scegliere per la cucina? scopriamo le essenze tropicali anche in cucina

Cucine in legno: i legni tropicali sono essenze leggere, molto flessibili e spesso impiegate per l’arredo outdoor, in quanto naturalmente impermeabili e resistenti agli agenti atmosferici.

Le frontiere dell’arredo vedono impiegare questi legni così speciali anche per l’arredo interno, soprattutto per la cucina.

I classici rovere e ciliegio vengono sostituiti da legni alternativi, come il teak, ma anche da proposte profumate come il palissandro, il wengè e le finiture in ebano.

Cucine in legno

Cucine in legno: molto bella questa cucina in teak Eureka

I legni tropicali vengono quindi impiegati per definire le strutture della cucina, in quanto risultano piacevoli sia nella versione naturale che in nelle proposte rifinite.




Cucine in legno: pro e contro dei legni tropicali

Non si tratta di legni nobili, ad eccezione del palissandro, del wengè e dell’ebano che sono molto rari, ma di soluzioni leggere e versatili, adatte soprattutto alle abitazioni vacanza e ai contesti più giovani e leggeri.

tavolo in teak

Cucine in legno: esempio molto bello di tavolo in teak per la vostra cucina

Al contempo, i legni tropicali presentano molti vantaggi:

  • un alto livello di resistenza all’umidità
  • rendono molto bene nella composizioni di mobilio contenitivo, come madie o credenze

Non stupisce quindi che le frontiere dell’arredo, soprattutto quelle votate alla ricerca di prodotti meno massicci si indirizzino verso questa tipologie di essenze così leggere e versatili.

I legni tropicali, quali ad esempio il banano o il teak, vengono infatti impiegate per realizzare set di tavole e sedie che perdono la loro funzione esterna e vengono introdotte anche nelle cucine tradizionali




I legni tropicali vengono altresì impiegati per i rivestimenti murali e dei pavimenti della cucina.

Cucine in legno: il bambù

Un esempio arriva dal pavimento in bambù e dalle boiserie che lo impiegano.

Anche se il bambù è oramai entrato a fare parte dei legni ‘nazionali’, il suo impiego nei rivestimenti permette di ottenere dei risultati leggeri, economici e versatili

Il materiale si propone come una buon alternativa per chi desidera introdurre il parquet senza spendere una follia.

Che legno scegliere per la cucina: lampada in bambù

Che legno scegliere per la cucina: bella anche questa lampada in bambù sempre per la vostra cucina




I legni tropicali vengono infine impiegati per realizzare elementi di decorazioni, di illuminazione e utensili che vengono ampiamente utilizzati in cucina.

Dai mestoli alle ceste in giunchi per accogliere la frutta, fino ai complessi sistemi di illuminazione in stile etnico e a tutti quegli accessori che vengono impiegati nella preparazione della tavola, come sottopiatti, piatti stessi realizzati in legno e tovagliette all’americana.

I legni tropicali si compongono, infatti, anche di giunchi e di rafie che vengono largamente impiegate nella creazione di accessori, i quali donano un’allure piuttosto etnica all’ambiente, ma che possono essere scelti in tutta sicurezza da chi ama questo stile.

Eccovi altri consigli per la scelta del legno per la vostra casa:

{ 0 comments }

ELENA

TI E PIACIUTO L' ARTICOLO?